fbpx

Assegno unico universale, da marzo 2024 le nuove regole. La guida Inps

Le nuove regole per richiedere l'Assegno unico, spiegano dall'Inps, rientrano nella riorganizzazione degli ammortizzatori sociali introdotta dal Governo con il decreto Lavoro

Nuove regole per i percettori dell’Assegno unico e universale per i figli a carico (Auu): a darne notizia è l’Inps, informando che al mese di marzo tutte le famiglie che hanno ottenuto l’accredito sulla carta Reddito di cittadinanza, dovranno presentare una nuova domanda per accedere alla prestazione. La procedura, precisano dall’Istituto nazionale di previdenza sociale, dovrà essere effettuata anche dai nuclei per i quali è intervenuta nel corso del 2023 la sospensione del Reddito di Cittadinanza. Le nuove regole rientrano nel quadro della riorganizzazione degli ammortizzatori sociali voluta dal governo Meloni, e contenuta nel Decreto legge numero 48 del quattro maggio 2023, meglio noto come decreto Lavoro. Quest’ultimo, infatti, “ha introdotto significative modifiche alle politiche di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale“, con effetti anche sull’Assegno unico.

Assegno unico universale, le nuove procedure Inps

Per garantire l’erogazione dell’assegno con continuità già dalla mensilità di marzo, proseguono dall’Inps, la richiesta potrà essere trasmessa sin da subito. In ogni caso, la domanda può essere presentata entro il termine del 30 giugno 2024, senza perdere gli arretrati. Al fine di garantire una puntuale erogazione degli importi è necessario controllare l’esattezza del codice Iban del conto corrente o della carta prepagata, che dovrà essere intestato/cointestato al richiedente la prestazione. Inps ricorda anche che la domanda di Auu e l’Isee aggiornato possono essere presentati entro il termine del 30 giugno 2024, senza perdita degli arretrati, che saranno corrisposti con successivo conguaglio. In assenza dell’Iee in corso di validità, l’importo dell’Auu sarà calcolato a partire dal mese di marzo 2024 con riferimento agli importi minimi previsti dalla normativa. Per ulteriori informazioni è possibile consultare l’apposita comunicazione sul sito istituzionale dell’Inps.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli