fbpx

Bollo auto in Sicilia, il 29 febbraio la scadenza dello sconto del 10 per cento

Lo sconto sul bollo auto in Sicilia è in scadenza il 29 febbraio. Si tratta di un meno dieci per cento sull'aliquota prevista. Ma è valido solo per chi paga all'Aci o in tabaccheria. Chi ha pagato puntualmente entro il 31 gennaio dovrà chiedere il rimborso allo sportello

in Sicilia lo sconto straordinario del 10 per cento sul bollo auto per chi è in regola con i precedenti pagamenti è in scadenza il 29 febbraio. Mancano quindi due giorni per poter usufruire dell’iniziativa messa in campo dalla Regione siciliana. Lo sconto sarà disponibile anche per le prossime scadenze del “bollo auto”, ma con modalità non ancora comunicate. Tra le misure che verranno introdotte ci sarà inoltre uno sconto automatico per chi deciderà di attivare la domiciliazione del pagamento con Rid bancario.

Lo sconto solo per chi paga all’Aci o in tabaccheria

Quello che è di fatto un bonus ha avuto però finora alcuni passaggi macchinosi. Il termine del 29 febbraio è infatti valido per chi doveva pagare la tassa di circolazione entro il 31 gennaio. Il termine del pagamento è stato poi prorogato, e senza applicazione di more e interessi, al 29 febbraio, con la Regione che ha annunciato l’avvio il 5 febbraio ma ha di fatto attivato il meccanismo di “sconto” solo il 20 febbraio. Lo sconto non è però visibile sul sito Aci, sull’app Io e su altri sistemi telematici di pagamento, ma è possibile ottenerlo solo recandosi fisicamente a una sede Aci o pagando da uno sportello abilitato, come quello delle rivendite tabacchi. In quest’ultimo caso bisogna richiedere, al momento del pagamento, l’utilizzo del codice di riduzione 54. Attebzikne: nn tutte le rivendite tabacchi sono però autorizzate all’applicazione dello sconto.

Leggi anche – Bollo auto in Sicilia: via allo sconto regionale del dieci per cento

Chi ha pagato puntualmente deve andare all’Aci

C’è infine una notizia agrodolce per chi ha pagato puntualmente entro il 31 gennaio, e chi invece ha pagato a febbraio usufruendo dello slittamento della scadenza, ma non ha potuto usufruire dello sconto. Per chi ha pagato puntualmente la cifra intera è quindi stato attivato un canale di richiesta di rimborso tramite gli sportelli Aci. Al momento, secondo quanto comunicato dalla Regione, non ci sono altre modalità di richiesta di rimborso se non recarsi fisicamente a uno sportello abilitato Aci. La richiesta di rimborso non ha però scadenza indicata. Scadenza ha invece il cosiddetto “straccia bollo”, misura che permette a chi è in arretrato con i pagamenti di rimettersi in regola. Il termine indicato dalla Regione siciliana è in questo caso giorno 1 luglio 2024.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli