fbpx

Ambiente

Catania, una piazza al posto del Santa Marta: “Uno spazio ridato alla città”

La struttura in disuso sarà demolita per far posto a una piazza. Previsto l'inserimento di pannelli fotovoltaici, vasche e giochi d'acqua

Rifiuti Covid, Csa-Cisal: “Cortocircuito istituzionale”

Cittadini "lasciati anche per tre settimane con i rifiuti speciali in casa". Episodi verificatisi in tantissimi comuni della Sicilia. Lo denuncia il sindacato, che chiede alla Regione chiarimenti

Piste ciclabili: per Catania, Messina e Palermo la strada è in salita

Nella città peloritana non esistono percorsi per le due ruote. Un primato che non fa clamore in una Regione dove, nonostante otto milioni stanziati dall’Ue, le ciclabili funzionano solo a Siracusa e Ragusa

Depurazione: Cordaro, sei progetti da autorizzare entro febbraio

Palermo, Capo d’Orlando, Macchitella di Gela e contrada Lusia a Ragusa, ma anche Messina e Fontana del Conte a Niscemi. Le località delle sei pratiche più urgenti al vaglio della Commissione

Differenziata, la Regione annuncia: “Sbloccati 18 milioni”

L’accordo con il ministero dell’Ambiente e con il consorzio Conai consentirà a Palermo, Catania e Messina di incrementare la raccolta e contrastare il fenomeno delle microdiscariche

Brucellosi, ancora allarme in Sicilia. L’Unione europea attiva le sanzioni

Il 63 per cento degli allevamenti "non indenni" è nel messinese. Casi anche a Catania, Enna e Siracusa. I dati dell'Istituto zooprofilattico

La pesca di Delia verso la certificazione europea Igp

La domanda di inserimento è stata depositata all'Unione europea, e compare già in gazzetta ufficiale. Ne dà notizia il neo assessore regionale all'Agricoltura Toni Scilla

Scorie radioattive, c’è ancora paura. I sindaci: “Non ci fidiamo”

I siti siciliani tra i “meno interessanti”. E mentre Legambiente e Regione escludono che i rifiuti arrivino nell'Isola, i sindaci di Trapani e Butera chiedono la rimozione anche dall'elenco provvisorio

Tagli a forestali e consorzi bonifica, allarme dei sindacati

Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil esprimono "sconcerto" per la riduzione di risorse nei due settori previsti dalla Regione siciliana all'interno del piano di rateizzazione del disavanzo del 2018