fbpx

Z_Rubriche

Smart working: cosa è cambiato dal 1° aprile?

Tornano in vigore le regole previste dalla legge n. 81 del 2017 dunque il lavoro agile non è più considerato un diritto del lavoratore, ma solo una modalità di esecuzione della prestazione. Prevista la priorità per alcune categorie

Patente a punti: dal 1° ottobre 2024 il nuovo obbligo per operare in cantiere

Patente a punti dal 1 ottobre 2024 per operare in cantiere. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto PNRR 4 che prevede misure più stringenti a tutela della sicurezza dei lavoratori nei cantieri temporanei o mobili

Milleproroghe 2024: le principali novità in materia di lavoro

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge di conversione del decreto-legge 30 dicembre 2023, n. 215, recante "Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi", il cosiddetto “Decreto Milleproroghe"

Cassazione: il datore di lavoro non deve generare condizioni stressogene

Una recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione evidenzia come gli obblighi sulla salubrità degli ambienti di lavoro siano particolarmente stringenti: il datore di lavoro non deve generare condizioni stressogene

Lavoratrici madri: le istruzioni dell’Inps sull’esonero contributivo

La Legge 30 dicembre 2023, n. 213, cd. Legge di Bilancio 2024, ha introdotto la decontribuzione nei confronti delle dipendenti con tre o più figli a carico. Per i periodi di paga dal 1° gennaio al 31 dicembre 2024 l’esonero si applica anche alle lavoratrici madri di due figli

Sorveglianza sanitaria: è obbligatoria dopo un’assenza superiore ai 60 giorni?

A porre il quesito l’Università degli Studi di Milano-Direzione Risorse Umane che ha chiesto al Ministero un’interpretazione univoca della legge

Legge di Bilancio 2024: tutte le novità in materia di lavoro

Tra le misure introdotte vi sono importanti novità tra cui l’esonero parziale dei contributi previdenziali, la decontribuzione in favore delle lavoratrici con figli e le agevolazioni all’assunzione di donne vittime di violenza

Sicurezza sui luoghi di lavoro: c’è l’obbligo di individuazione del preposto

La questione dell'obbligo di individuazione del preposto è stata sollevata dalla Camera di Commercio di Modena nell’interpello dello scorso novembre. A rispondere sull’importanza di tale figura di garanzia la Commissione apposita

Assegno di inclusione: via alle domande per il 2024

La misura, per la quale l’importo massimo annuo è di 6.000 euro, incrementabile in base alla composizione del nucleo familiare e alle necessità abitative, da gennaio 2024 sostituirà il Reddito di cittadinanza.