fbpx

Cittadella giudiziaria, online il bando-concorso

Il bando per la nuova sede della giustizia etnea è online. La prima fase scade ad aprile. Progettazione definitiva ed esecutiva al vincitore

“Da simbolo del degrado a presidio di legalità ma anche di rigenerazione urbana”. Sono entusiaste le parole del governatore regionale Nello Musumeci a proposito della pubblicazione del bando per la nuova cittadella giudiziaria a Catania. “Un’opera utile”, la definisce, “frutto di un’azione sinergica di Regione, Comune e amministrazione giudiziaria, sulla quale saremo vigili, affinché vengano rispettati i tempi previsti”.

Leggi anche – Bando per cittadella giudiziaria etnea

Bando-concorso

Il bando è al contempo anche un concorso che si sviluppa in due fasi. Alla prima, definita primo grado, possono partecipare a tutti i soggetti in possesso dei requisiti generali e di idoneità professionale. Gli elaborati e la documentazione amministrativa dovranno essere inviati entro il 6 aprile. Il secondo grado è invece riservato agli autori delle cinque proposte migliori. Per loro, inoltre, è previsto un premio in denaro. Il migliore in assoluto sarà poi incaricato, entro agosto di quest’anno e attraverso una procedura negoziata senza bando, della progettazione definitiva ed esecutiva. Il montepremi del concorso è di 165 mila euro.

Fondi del Patto per il Sud

Da circa un mese le ruspe sono all’azione per demolire dell’ex palazzo delle poste al viale Africa per fare posto alla nuova “casa” per la giustizia etnea. Qui troveranno allocazione tutti gli uffici al momento dislocati in più plessi. Per farlo, il governo regionale ha messo in campo fondi del “Patto per il Sud”. Oggi, 21 febbraio, è stato pubblicato il nuovo bando per il concorso di progettazione a due gradi per un totale di 26 milioni di euro. La spesa prevista è di 7,8 milioni per le strutture, di 11,7 milioni per l’edilizia e di 6,5 per gli impianti. Lo pubblica la piattaforma informatica messa a disposizione dal Consiglio nazionale degli architetti, grazie al protocollo d’intesa sottoscritto nei giorni scorsi tra lo stesso Consiglio, la Regione e l’Ordine provinciale degli architetti.

- Pubblicità -
Desirée Miranda
Desirée Miranda
Nata a Palermo, sono cresciuta a Catania dove vivo da oltre trent'anni. Qui mi sono laureata in Scienze per la comunicazione internazionale. Mi piace raccontare la città e la Sicilia ed è anche per questo che ho deciso di fare la giornalista. In oltre dieci anni di attività ho scritto per la carta stampata, il web e la radio. Se volete farmi felice datemi un dolcino alla ricotta

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,945FansMi piace
511FollowerSegui
338FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli