fbpx

Cna Catania punta su imprenditorialità e studenti: illustrato progetto Luminart

Il progetto “Luminart”, sostenuto da Cna Catania, è stato selezionato per il premio “Oltre la robotica” nella competizione mondiale First Lego League. I dettagli dell'iniziativa

Riuscire a integrare discipline simili eppur diverse in un mix che risulti affascinante per gli studenti. Scienze, tecnologia, ingegneria, arte e matematica (in sigla Steam, parola che in inglese vuol dire “vapore” e che compone il termine “steampunk”, genere letterario molto in voga fra i giovani) per dar vita a una esperienza artistica a tutto tondo, luci, movimenti ed elementi sensoriali che possano stimolare la creatività dei ragazzi e far notare loro la connessione tra le varie discipline. Che è poi specchio della profonda connessione fra tutti gli aspetti della vita. Sono questi gli obiettivi specifici del progetto “Luminart”, selezionato per il premio “Oltre la robotica” nella competizione mondiale First Lego League e presentato presso l’Istituto comprensivo statale “Salvatore Casella” di Pedara, sulle pendici dell’Etna.

Cna Catania, sostegno al progetto Luminart

La presentazione del progetto è avvenuta a cura degli stessi ragazzi protagonisti, coordinati dai docenti Rosa Costa, Antonio Folisi e Giuseppe Scalia, nella sala polivalente del plesso scolastico alla presenza, oltre che delle classi dell’istituto, di Fabio Fidotta, dirigente scolastico, di Carmela Reina, dirigente amministrativo, di Alfio Cristaudo, sindaco di Pedara, e di alcuni esponenti di punta della Cna di Catania: Floriana Franceschini, presidente provinciale, Davide Trovato, vice presidente, Silvia La Vecchia, presidente di Cna Impresa Donna Catania, Maria Rita Mancuso Catarinella, responsabile per la formazione professionale e l’orientamento al lavoro, e i presidenti di diverse articolazioni di mestiere, come Carlo Sciuto per gli informatici, Luna Meli per i giovani imprenditori, Claudio Sapuppo per le tinto-lavanderie industriali, Massimiliano Guccione per i settori comunicazione e terziario avanzato e Riccardo d’Antone per l’artigianato artistico.

Puntare sui giovani e sull’innovazione

Con il supporto di Francesco Longo e di altri esperti di ST Microelectronics, è stato possibile comprendere la ragione di Luminart, un dispositivo elettronico programmabile che trasforma i movimenti delle mani di chi ha di fronte in un’immagine composta grazie alle 625 luci a led che compongono il pannello frontale. Svariate le possibili applicazioni di questo device, da installazione artistica a macchina per l’apprendimento. Ovviamente, avendo a disposizione maggiori risorse, si potrebbe ulteriormente implementare il progetto, in vista di possibili applicazioni in campo commerciale e nell’ambito della robotica vera e propria, materia fortemente attrattiva per i giovani studenti italiani. Durante l’incontro con i ragazzi, i dirigenti della Cna etnea si sono dichiarati disponibili a ospitare gli studenti della scuola media “Casella” per delle visite guidate nelle varie realtà imprenditoriali dell’associazione che, a fine giornata, ha anche firmato un protocollo d’intesa con l’istituto scolastico inerente diverse possibili attività formative.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli