fbpx

Confindustria, verifica sui fondi Ue

L'associazione degli industriali di Catania avvia una verifica sulle risorse Po Fers Sicilia 2014-2020: "Ad alcune imprese non è stato erogato il contributo spettante"

Verificare lo stato di avanzamento dei progetti finanziati dalla Regione con risorse del Po Fesr Sicilia 2014 -2020 è l’obiettivo dell’indagine che Confindustria Catania ha avviato tra le imprese della provincia etnea associate al sistema.  “Il monitoraggio – spiega il presidente degli industriali catanesi, Antonello Biriaco – prende le mosse dalle criticità segnalate da alcune imprese del territorio utilmente inserite nelle graduatorie relative ai bandi emanati nell’ambito della programmazione europea in corso, ma alle quali non è stato ancora erogato il contributo spettante. Il tutto, anche a fronte di progetti già avviati che non possono usufruire della prevista quota di anticipazione”. 

 
Si tratta per lo più dei bandi riconducibili all’Asse 1, destinato al rafforzamento della ricerca, dello sviluppo tecnologico e dell’innovazione, con una dotazione di oltre 428 milioni di euro e dell’Asse 3, che mira alla  promozione della competitività delle piccole e medie imprese con una dotazione di circa 523 milioni di euro. “Siamo di fronte ad obiettivi tematici fondamentali per il rafforzamento del tessuto  industriale catanese – aggiunge Biriaco -. Incombe il  timore che le imprese beneficiarie  dei finanziamenti possano, loro malgrado, rinunciare agli investimenti programmati  sul territorio. Oggi più che mai occorre intervenire sull’economia reale con una politica espansiva che possa dare impulso alla ripresa degli investimenti e alla trasformazione tecnologica utili alla crescita dimensionale delle imprese manifatturiere”. 

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,945FansMi piace
511FollowerSegui
338FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli