fbpx

Coronavirus, come usare le mascherine sul posto di lavoro

Il capo della protezione civile ha spiegato le regole per un corretto utilizzo. La distanza di sicurezza resta prioritaria. Solo quando non è possibile tenerla, la mascherina è raccomandata

Sin dall’arrivo del coronavirus in Italia, l’attenzione si è concentrata sulle mascherine. Sono davvero una barriera contro il contagio? In un primo momento, le autorità sanitarie non ne hanno consigliato l’utilizzo alla persone sane. Adesso che l’epidemia è più diffusa, è decisamente cresciuto il numero di chi le indossa. Il dibattito “mascherina sì, mascherina no” ha lasciato spazio ad altri argomenti più drammatici. Resta però una domanda: come deve essere usata la mascherina sui luoghi di lavoro? Ha risposto il capo della protezione civile Angelo Borrelli, riferendo il parere del comitato tecnico-scientifico.

Distanza di sicurezza prioritaria

La prima opzione è sempre rimanere in casa e organizzarsi per lavorare da remoto. Ma non sempre è possibile. Basti pensare agli impianti industriali o ad alcuni uffici della pubblica amministrazione ancora aperti. In questi casi, il “principale criterio per contenere il contagio” è il “rispetto della distanza di sicurezza”. Tenersi ad almeno un metro dai colleghi resta l’opzione migliore, da adottare ogni volta sia possibile. Solo quando un lavoratore, per le proprie mansioni, è obbligato a ridurre le distanze, il comitato tecnico-scientifico “raccomanda l’uso delle mascherine”. In altre parole: non basta la mascherina per essere immuni. Anche chi la indossa deve rispettare le precauzioni che valgono per tutti. In ufficio (solo per fare un esempio) non è semplice mantenere distanze superiori al metro. Per questo motivo, Borrelli ha rinnovato l’invito a operare tramite smart working. La stessa protezione civile, nonostante l’emergenza, ha adottato soluzioni di lavoro da remoto per favorire “la rarefazione” del personale.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
326FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli