fbpx

Covid, da oggi niente bonus. E un lavoratore su due è in attesa

Nove settimane di ammortizzatori già passati, ma metà dei siciliani non ha visto un euro. In attesa del decreto di proroga l'associazione dei consulenti del lavoro chiede certezze

“Sono passate le nove settimane: da domani non ci saranno più ammortizzatori sociali. E finché non ci sarà il nuovo decreto questa è la situazione”. Lo afferma Gaspare Patinella, presidente regionale dell’Associazione nazionale consulenti del lavoro (Ancl). Il cosiddetto decreto aprile è infatti slittato nell’agenda di governo alla prima settimana di maggio, e con questo le proroghe degli ammortizzatori speciali previsti per la crisi economica da Covid-19, ovvero la cassa integrazione ordinaria e in deroga, i bonus per i lavoratori autonomi e del fondo di integrazione salariale. Di queste misure “solo il bonus dovrebbe avere un rinnovo automatico”, fa sapere Patinella mentre per il resto “abbiamo solo l’annuncio, che parla di una ipotesi di altre nove settimane. Da domani le aziende non sapranno se i dipendenti sono in cassa integrazione o meno”. E i lavoratori siciliani, in gran parte, non hanno visto ancora un euro. “I lavoratori che hanno ricevuto la cassa integrazione ordinaria – spiega il consulente – hanno peraltro avuto l’amara sorpresa di scoprire che l’importo ricevuto era l’80 per cento non dello stipendio ma il massimale Inps”. Ovvero, una cifra compresa tra 930 e poco più di mille euro netti “in base alla retribuzione”.

Leggi anche – Cig: Inps Sicilia impegna 19 milioni di euro. I numeri per provincia

“A questo ritmo le domande di Cigd completate in due anni”

In Sicilia al momento solo le circa quindicimila istanze per la cassa integrazione ordinaria sono state pagate o autorizzate, mentre per il fondo integrazione salariale e per il bonus autonomi da 600 euro ci sono ancora dei ritardi che porteranno al completamento dei pagamenti a maggio inoltrato. Delle domande di cassa integrazione in deroga invece, “ormai giunte a quota quarantamila”, non c’è praticamente traccia di pagamenti: Inps conta 76 aziende autorizzate per 176 lavoratori, ma i bonifici non sono ancora stati riscontrati nei conti dei destinatari. “Devo dire che è stata un po’ ridicola la polemica tra Regione e Inps sull’invio delle domande dei giorni scorsi – prosegue Patinella -, perché non si può andare a puntualizzare per poche decine di domande in più o in meno inviate quando restano ancora da fare oltre il 95 per cento. Ai ritmi attuali, mille pratiche in tre settimane, ci vorranno 120 settimane per completarle”. Ovvero, “più di due anni. Ma sappiamo che al momento ci sono difficoltà anche a livello di software e collegamenti, sia per Inps che per la Regione”.

“Si sta operando come se fossimo in periodo normale”

Nel frattempo, nella conversione del decreto 18 in legge, è stata rimossa la contrattazione obbligatoria con i sindacati, una richiesta che era stata fatta dai consulenti fin dall’inizio della pandemia. Ma che, al momento, non ha alcuna utilità mancando il nuovo. Patinella la definisce “una magra consolazione; non ha avuto nessun senso l’obbligo e ora che è stato tolto non si capisce il motivo, una perdita di tempo inutile per noi e i sindacati, che non hanno potuto incidere su nulla”. L’impressione generale è però non positiva per uno sblocco. “Oltre ai ritardi, la Regione sta anche bocciando alcune pratiche, che secondo noi consulenti erano invece corrette secondo le linee guida. Anche su questo non sappiamo se bisognerà poi fare altre pratiche a livello regionale o ci sarà una proroga. I lavoratori sono due mesi che non ricevono soldi: si sta operando come se fossimo in tempo normali quando non lo siamo per nulla”, conclude il presidente dell’Ancl Sicilia.

- Pubblicità -
Leandro Perrotta
Leandro Perrotta
Catanese, mai lasciata la vista dell'Etna dal 1984. Dal 2006 scrivo della cronaca cittadina. Sono presidente del Comitato Librino attivo, nella città satellite dove sono cresciuto.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,945FansMi piace
511FollowerSegui
339FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli