fbpx

Covid e scuola, Musumeci al governo: “Rischio caos con apertura il 10”

Il presidente siciliano scrive all'esecutivo guidato da Mario Draghi chiedendo un rinvio dell'inizio delle lezioni. Al momento il provvedimento è possibile solo in caso di zona arancione: solo oggi la Regione ha individuato oltre 40 comuni

“Quello che temevamo si sta puntualmente verificando. Ricevo da centinaia di sindaci e da moltissimi presidi sollecitazioni per rinviare la ripresa delle attività scolastiche prevista dal governo centrale per lunedì 10 gennaio”. Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci in merito alla situazione dei contagi in Sicilia e nel mondo della Scula. Il rinvio è infatti attualmente impossibile per via delle regole nazionali che prevedono questa possibilità solo per le aree in zona arancione. Un provvedimento che, nella Sicilia “zona gialla”, solo oggi ha riguardato oltre 40 comuni, ma che potrebbe essere esteso per volere del governo regionale per ovviare alle richieste di sindaci, operatori scolastici e genitori.

Leggi anche – Covid e istruzione, Sinod: “La scuola non è sicura come dice il ministro”

“Valuteremo eventuali ulteriori provvedimenti”

“Avevamo anticipato al ministro – prosegue Musumeci – che con queste norme nazionali sulla riapertura delle scuole sarebbe stato il caos, va ricordato infatti che in zona gialla le Regioni non hanno autonomia nel determinare la sospensione delle attività scolastiche. Ho appena scritto al presidente Draghi rappresentando la gravità della situazione delle ultime ore e ribadito le stesse perplessità da noi espresse nel confronto Stato-Regioni dei giorni scorsi. Valuteremo attentamente nelle prossime ore l’evolversi del contagio per valutare eventuali ulteriori provvedimenti”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
304FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli