fbpx

Decontribuzione Sud, Regione siciliana plaude alla proroga: aiuterà il lavoro

La decontribuzione Sud, dicono dalla Regione siciliana, "rappresenta un sostegno fondamentale per il nostro territorio, favorendo l'occupazione e incentivando le imprese a investire"

“Desidero esprimere il più sentito plauso e ringraziamento al ministro per gli Affari europei, Raffaele Fitto, per l’importante risultato ottenuto a Bruxelles con la proroga della decontribuzione per le assunzioni nel Sud Italia fino a dicembre”: lo dichiara il presidente della Regione siciliana, Renato Schifani. “Si tratta di una misura che rappresenta un sostegno fondamentale per il nostro territorio, favorendo l’occupazione e incentivando le imprese a investire nelle risorse umane locali. Il provvedimento dimostra l’attenzione e l’impegno del governo Meloni nei confronti del Mezzogiorno, riconoscendo le peculiarità e le esigenze specifiche del nostro territorio“.

Decontribuzione Sud, le valutazioni della Regione siciliana

“Il ministro”, continua ancora il governatore, “ha saputo ascoltare le istanze dei territori meridionali e ha agito con determinazione per garantire continuità a un provvedimento che si è rivelato essenziale per la ripresa economica e sociale del Sud. Grazie a questa proroga, molti lavoratori potranno beneficiare di nuove opportunità occupazionali e le aziende continuare a investire nel capitale umano, stimolando la creazione di nuovi posti di lavoro e favorendo una ripresa economica più solida e duratura. Esprimo la mia gratitudine per questo risultato, auspicando che l’obiettivo di trasformare, d’intesa con la Commissione europea, la decontribuzione in uno strumento più a lungo termine e maggiormente orientato verso gli investimenti possa realizzarsi presto”.

“Motore trainante per l’economia italiana”

“La conferma della proroga della decontribuzione per i datori di lavoro delle regioni del Mezzogiorno è un’ottima notizia per le piccole e medie imprese. Con questo provvedimento il governo ha garantito gli attuali livelli occupazionali al Sud confermando una misura particolarmente apprezzata dai piccoli e medi imprenditori”. Lo dichiara il presidente di Confimprenditori, Stefano Ruvolo. “Nel 2023 il Sud si è dimostrato vero e proprio motore trainante per l’economia italiana con la Sicilia in testa. Se infatti il Pil italiano è cresciuto del 0,9% le regioni meridionali sono cresciute più di ogni altro macro-area italiana, sia in termini di Pil (+1,3%) che di occupazione (+2,6%), con la Sicilia che ha registrato una crescita del +2,2%. La scelta del governo di prorogare la decontribuzione al Sud è dunque una scelta lungimirante non solo per il Mezzogiorno ma per tutta l’Italia”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli