fbpx

Depuratore Ias, Uil e Uiltec Sicilia: “Pronti al confronto con la Regione”

"Nessuno dimentichi che questa struttura è vecchia di quarant’anni, quindi richiede opere a carico del socio pubblico e di quelli privati" hanno spiegato i segretari Uil e Uiltec Sicilia, Luisella Lionti e Andrea Bottaro

“Siamo contenti che il presidente della Regione Renato Schifani sia passato ai fatti, nominando il commissario per il depuratore consortile Ias di Priolo“. Lo hanno dichiarato i segretari generali di Uil e Uiltec Sicilia, Luisella Lionti e Andrea Bottaro commentando la nomina a sub commissario di Giovanna Picone. Il depuratore Ias di Priolo è di proprietà della Regione per il 56 per cento ed è sotto sequestro per reato di disastro ambientale. Per questo i segretari Uil hanno aggiunto. “Ci aspettiamo che scatti la seconda fase a partire dall’ascolto dei soggetti interessati. Noi siamo pronti sin d’ora al confronto, considerato il rilievo dell’impianto sul destino occupazionale e sociale non solo del territorio ma anche dell’Isola”.

Sul depuratore Ias la Regione non ha speso un euro

Il depuratore Ias ha diversi proprietari. La Sicilia è proprietaria attraverso l’Asi Siracusa, ma il depuratore è anche del Comune di Priolo, quello di Melilli e delle aziende Eni Versalis, Isab, Sasol e Sonatrach. “Nessuno dimentichi che questa struttura è vecchia di quarant’anni, quindi richiede opere a carico del socio pubblico e di quelli privati – hanno ricordato i segretari generali di Uil e Uiltec Sicilia, Luisella Lionti e Andrea Bottaro – Per procedere, però, il Governo deve intervenire sulla governance risolvendo il paradosso di un’azienda per la quale la Regione non spende un euro. Anzi, dall’Ias riceve un canone annuo di 500 mila euro. Diventa prioritario individuare quali investimenti vanno realizzati e come, per rispondere innanzitutto alle prescrizioni della magistratura in funzione delle esigenze di marcia dell’impianto e di abbattimento dell’impatto ambientale. Tutto questo, però, non basta”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli