fbpx

Differenziata, eppur si muove: record di eventi contro i rifiuti

Scuole, imprese, pubbliche amministrazioni: la Sicilia è la regione italiana con più appuntamenti legati alla Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, dal 16 al 24 novembre

Beati i Paesi (e le regioni) che non hanno bisogno di eventi per promuovere la raccolta differenziata. Vuol dire che, da quelle parti, funziona. Invece in Sicilia di promozione ce n’è bisogno. E tanto. In attesa che si risollevi dal fondo della classifica sulla differenziata, un segnale c’è: è la regione italiana che ha organizzato più eventi nel per la Settimana europea per la riduzione dei rifiuti: sono 672, tra il 16 e il 24 novembre. Un numero quasi raddoppiato rispetto all’edizione 2018.

Gli eventi della settimana

Nella classifica, la Sicilia è seguita da Piemonte (651) e Lombardia (536). Tema dell’edizione 2019 è “Educare alla Riduzione dei Rifiuti”. Tra le città, a Catania sono state promosse ben 161 azioni. Seguono Palermo con 74 e Messina con 48. Oggi, lunedì 18 novembre, sarà avviata la raccolta differenziata a Palazzo della Regione. L’aeroporto di Catania ha battezzerà una campagna per ridurre a zero il consumo di plastica monouso negli uffici. Si tratta di una prima fase di un’iniziativa più ampia, avviata in collaborazione con alcune associazioni ambientaliste, che coinvolgerà circa un migliaio di persone e tutti gli uffici di Sac e di Sac Service. Il dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti della Regione Siciliana ha attivato nove referenti provinciali allo scopo di diffondere la cultura della riduzione dei rifiuti e promuovere l’organizzazione di azioni sul territorio.

Imprese e scuole grandi promotrici

Per una volta la Sicilia è in vetta in un classifica nazionale. E lo è in un Paese che fa meglio degli altri: nessun altro ha organizzato 5795 appuntamenti, quasi la metà di quelli registrati in tutta l’Ue. Analizzando i dati, nella settimana europea per la riduzione dei rifiuti 2019, il numero dei “proponenti” a livello nazionale è aumentato del 51 per cento rispetto all’anno scorso. Per un terzo si tratta di scuole, ma ci sono anche pubbliche amministrazioni, associazioni, cittadini. E, in un caso su quattro, imprese. Le aziende, però, hanno dato impulso a più di otto eventi su dieci: merito soprattutto di alcuni grandi gruppi che si sono impegnati in più di un’azione.

Leggi ancheI Nuovi Mille, dai rifiuti al biogas fatto in casa

Un segnale dalla Sicilia

Si dirà: sono in gran parte “solo” eventi di sensibilizzazione. Ed vero che tanta urgenza nel coinvolgere cittadini, istituzioni, associazioni, scuole e imprese vuol dire che c’è ancora parecchio da fare. Ma è già qualcosa. Commentando i dati, raccolti da Envi.info, la testata dell’Associazione internazionale per la comunicazione ambientale, il presidente della Regione Nello Musumeci si è detto “orgoglioso” e convinto che questi risultati “certifichino il grande e assiduo sforzo che, anche a livello di comunicazione e di sensibilizzazione sul fronte dello smaltimento dei rifiuti, il governo sta portando avanti. Basti pensare che quest’anno sono stati promossi su questo tema, in tutto il nostro territorio, 315 eventi in più rispetto al 2018, quando erano risultati 357”.

Ma la strada è ancora lunga

Promuovere serve perché la Sicilia ha tanto da recuperare. Secondo i dati del primo quadrimestre 2019 pubblicati dal dipartimento Acqua e rifiuti della Regione Siciliana, la raccolta differenziata ha superato il 39 per cento, con un aumento anno su anno del 17 per cento. Un Comune su tre ha già superato gli obiettivi europei, che indicano la soglia del 65 per cento. La zavorra sono le città maggiori: Messina è al 23 per cento, Palermo al 19 e Catania è inchiodata al 12. Senza i residenti nelle tre città metropolitane, la media sarebbe vicina al 50 per cento, cioè in linea con il resto del Sud.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
324FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli