fbpx

Ersu Catania, incontro con i sindacati. In costruzione 500 alloggi per i fuori sede 

I sindacati hanno incassato la disponibilità della direzione di Ersu Catania a partecipare a un tavolo che risolva il problema dei posti letto per gli studenti universitari fuori sede

Cinquecento nuovi alloggi destinati agli studenti fuori sede iscritti all’ateneo catanese: sono questi, secondo i sindacati Cgil, Udu, Filcams, Fillea e Sunia Catania, i numeri dei posti letto in corso di realizzazione da parte di Ersu Catania. I sindacati hanno appreso i numeri degli alloggi nel corso di un sit-in tenutosi nella mattinata di ieri di fronte la sede dell’Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario. Il presidio si è svolto nell’ambito della campagna nazionale “Senza casa, senza futuro”. I sindacati hanno incassato la disponibilità della direzione dell’Ente regionale per il diritto allo studio a partecipare a un imminente “tavolo provinciale” istituzionale che risolva il problema dell’insufficienza dei posti letto per universitari.

Il dettaglio dei posti letto in costruzione

A ricevere il responsabile dell’Udu (Unione degli universitari) Damiano Licciardello, la segretaria confederale della Cgil, Rosaria Leonardi, i segretari generali di Filcams e Fillea, Davide Foti e Vincenzo Cubito, e la segretaria del sindacato degli inquilini, Sunia, Agata Palazzolo, è stato il direttore dell’ERSU, Mario Cantarella. Allo stato attuale, i nuovi alloggi che saranno resi disponibili per gli studenti fuori sede, grazie a progetti finanziati dal MIUR, sono così distribuiti. 240 da costruire nell’ area dell’ex ospedale Santo Bambino, 200 nell’area dell’ ex ospedale Ascoli Tomaselli, 59 nell’area dell’ex Policlinico.

Le risorse del Piano nazionale di ripresa

Per quanto riguarda l’utilizzo dei fondi Pnrr, sono invece stati presentati progetti di sostegno all’affitto per un totale di tre milioni di euro da distribuire in un triennio. Il direttore dell’Ersu ha inoltre confermato l’interesse dell’ente regionale per la questione alloggi, visto che gli ultimi iscritti all’Ateneo ammontano a ben 40 mila unità. “Un altro passo è stato fatto. Ora è davvero arrivato il momento di organizzare un confronto con tutte le istituzioni che dovranno sedersi a un unico tavolo“, spiegano i sindacalisti. “Il sit in di oggi ha confermato la necessità che il diritto allo studio passi anche dal diritto alla casa. Così come alla mobilità, alla mensa e ai libri di testo. Aspetti che non possono essere considerati un lusso”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli