fbpx

Annullato il Giro di Sicilia 2024, portava indotto e permetteva di rifare le strade

"La ricaduta economica sul territorio, per quanto riguarda il comparto legato al turismo, è importante e non possiamo perdere queste opportunità". Lo aveva dichiarato l'assessore regionale allo Sport Elvira Amata parlando del Giro di Sicilia nel 2023. Un anno dopo la corsa verrà sostituita con il Giro d'Abruzzo per mancanza di fondi e accordo

Il Giro di Sicilia 2024 è stato cancellato per mancanza di fondi, ma anche perché è cambiato l’assetto del governo regionale siciliano. Da una parte il contributo regionale è venuto meno nonostante un contratto triennale firmato con Rcs Sports & Events. Dall’altra, proprio dal gruppo Rcs sport fanno sapere che cambiando il presidente della Regione sarebbe cambiato anche l’interesse verso il Giro di Sicilia. Da Palazzo d’Orleans e dall’assessorato regionale allo Sport non è arrivata al momento nessuna nota ufficiale, ma l’assessore Elvira Amata ha già confermato a TGR Sicilia che il Giro di Sicilia 2024 non si correrà. Manca circa 1 milione di euro che sarebbe servito per finanziare la manifestazione sportiva. Somme che il governo regionale ha stazionato in questi anni attingendo a diverse misure.

Amata nel 2023: “Opportunità da non perdere”

Che il giro di Sicilia fosse un evento con “ricadute importanti sul territorio“, lo aveva dichiarato la stessa assessore allo Sport Elvira Amata lo scorso marzo, seduta in conferenza stampa accanto il presidente della Regione Renato Schifani, presentando le 4 tappe previste del Giro 2023 poi vinto da Alexey Lutsenko. Senza fare cenno a numeri specifici sull’indotto Amata aveva dichiarato: “La ricaduta economica sul territorio, per quanto riguarda il comparto legato al turismo, è importante e non possiamo perdere queste opportunità“. La corsa del Giro di Sicilia è stata anche occasione per rifare le strade siciliane con interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Per il solo Giro del 2022 la Regione aveva stanziato 6,8 milioni di euro per il ripristino delle strade e delle condizioni di sicurezza della viabilità interna dei territori di Enna, Agrigento, Palermo, Caltanissetta, Messina e Catania. Altri 6 milioni di euro erano stati destinati per il 2021 dal governo Musumeci.

Il Giro di Sicilia 2024… si correrà in Abruzzo

La delusione degli appassionati è forte. L’accordo saltato tra la Regione siciliana ed Rcs Sports & Events era su base triennale, ma il cambio di presidenza, da Musumeci a Schifani, ha rimescolato le carte. Lo ha lasciato intendere il direttore ciclismo di Rcs Maurizio Vegni: “Avevamo un accordo con loro per tre anni, poi è cambiato l’assetto regionale e cambiando i personaggi è cambiato anche l’interesse verso il Giro di Sicilia. È saltato il nome Giro di Sicilia, ma stiamo provvedendo a mettere in piedi un’altra corsa in un’altra regione. È venuta meno la volontà politica”. Queste le dichiarazioni di Vegni a Bici.Pro. È praticamente certa la sostituzione del Giro di Sicilia con il Giro d’Abruzzo, per un appuntamento che ospiterà anche il giro in Rosa.

- Pubblicità -
Chiara Borzì
Chiara Borzì
Sono una giornalista specializzata nei temi di economia, impresa, ambiente, cultura e sport. Attualmente dottoranda di ricerca e cultrice della materia di "Storia Contemporanea" presso l’Università degli Studi di Enna "Kore".

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli