fbpx

Green pass per i lavoratori. Cgil: “anacronistico pagare per lavorare”

Mancanza di coraggio per non avere imposto la vaccinazione e scarica barile di responsabilità, oltre a un notevole spreco di soldi. Tutte le accuse del sindacato al governo che ha deciso di estendere l'obbligo della certificazione verde anche al mondo del lavoro

“L’estensione del green pass è il frutto della mancanza di coraggio del governo di fare la vaccinazione obbligatoria che poi sarebbe la scelta più coerente se vogliamo davvero contrastare la diffusione del virus”. Il segretario della Cgil Sicilia, ALfio Mannino, non ha dubbi dunque sulle scelte del governo che stabilisce l’obbligo del certificato verde pure per i lavoratori del settore pubblico e privato. “Non è una misura sanitaria”, aggiunge. Secondo Mannino, inoltre, che è favorevole alla vaccinazione, c’è da fare distinzione tra le due strade che permettono di avere il pass. “Il rischio di veicolare il virus è anche più anche alto se guardiamo al solo tampone. Puoi farlo il giorno prima e risultare negativo e il giorno dopo veicoli il virus”, sostiene. La soluzione, per il sindacalista è senza dubbio il siero: “se vuoi davvero bloccare il virus lo puoi fare soltanto con la vaccinazione”.

Organizzazione e responsabilità

Guardando più nel dettaglio al mondo del lavoro, Mannino evidenzia inoltre un problema organizzativo e di competenze. “Sia nella pubblica amministrazione, ma più in generale nelle piccole e medie aziende che magari non hanno una grande capacità organizzativa, la gestione del green pass rischia di essere un vero e proprio problema”, afferma. Le prossime settimane saranno quindi indispensabili per capire meglio la situazione. Per quanto riguarda la responsabilità Mannino punta ancora una volta il dito contro il governo e cita il mondo dei trasporti come esempio. Secondo lui potrebbero addirittura nascere problemi sociali da questa estensione. “Con quale autorità un autista non fa salire una persona in assenza di green pass con tutto quello che questo può comportare in termini anche di relazioni e rapporti con l’utenza?”, si chiede.

Leggi anche – Mense aziendali, da Siracusa un “no” all’obbligo di green pass

Elementi di distorsione

Il rappresentante della Cgil siciliana non ha dubbi: “avremmo preferito e preferiamo che il governo faccia la scelta vaccinale, è ormai ineludibile”. I controlli così dovrebbero essere nella mani delle forze dell’ordine. “Lasciare alla responsabilità delle aziende, dei singoli operatori e quant’altro ci sembra una scelta che può creare solo problemi”. Ci sono i titolari di partite iva, quelli che hanno un contratto a termine, “potremmo citare decine di esempi che determinano un elemento di distorsione”.

Leggi anche – I ristoratori promuovono il green pass. Ma si teme il nuovo “gioco dei colori”

Spreco di risorse economiche

Ultimo ma non ultimo c’è il tema del costo del tampone. Al di là del fatto che “sarebbe anacronistico che il lavoratore deve pagare per andare a lavoro”, non importa chi sostenga il costo del test, “è comunque una spesa inutile, uno spreco di risorse economiche”. Alfio Mannino insiste: “abbiamo bisogno di misure sanitarie per sconfiggere il virus. Queste misure sono solo palliativi per non affrontare il vero tema. Capisco che c’è una articolazione di maggioranza di governo che non gli consente di farlo però abbiamo la necessità di chiudere questa partita con messaggi netti”.

Green pass per i lavoratori, un obbligo “con evidenti contraddizioni”

- Pubblicità -
Desirée Miranda
Nata a Palermo, sono cresciuta a Catania dove vivo da oltre trent'anni. Qui mi sono laureata in Scienze per la comunicazione internazionale. Mi piace raccontare la città e la Sicilia ed è anche per questo che ho deciso di fare la giornalista. In oltre dieci anni di attività ho scritto per la carta stampata, il web e la radio. Se volete farmi felice datemi un dolcino alla ricotta

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
256FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli