fbpx

I servizi non troppo “agili” dell’Agenzia delle Entrate

Registrare un atto può diventare un percorso ad ostacoli, e i servizi online non aiutano, tra dichiarazioni da stampare, scansionare e inviare. L'esperienza tragicomica di Mario Fiume

Ogni tanto capita: devi andare all’Agenzia delle Entrate. E dopo qualche giorno posso dirlo: di “agile” nei servizi in periodo di pandemia c’è solo l’esercizio di salto ad ostacoli che ho dovuto fare. Nel caso che vi esporrò a breve non dovevo andare a causa di mie mancanze. Non per tasse arretrate, non per cartelle o problematiche catastali, dovevo fare una cosa, secondo me, banale: registrare un contratto. Si tratta di una convenzione con un ente pubblico, e mi hanno detto che c’è un tempo massimo di 15 giorni per farlo. Non avvezzo a questo tipo di procedure, la prima cosa che faccio è collegarmi sul sito dell’Agenzia. Primo problema: per pagare le spese di registrazione serve un modello da stampare, che sostituisce il vecchio F23. Non si può farlo online, almeno dalla mia banca. Stampo tutto, grazie a un amico, e prendo appuntamento in agenzia, me lo danno dopo due giorni. Il giorno designato vado, pago, e sono pronto per l’atto finale, la registrazione.

Prenotazione online? “Date non disponibili”

Appena rientrato, torno sul sito dell’Agenzia delle Entrate, questa volta per prenotare un appuntamento. Purtroppo, per la sede di Catania, non si può fare: “Nessuna data disponibile”. Riprovo il giorno dopo, sempre intorno a metà mattina, e stesso messaggio: “Date non disponibili”. Memore della rapidità e cortesia dell’ufficio di Catania nell’indicarmi le giuste procedure le poche volte in cui sono andato di persona dopo aver preso appuntamento online, telefono al numero fisso presente sul sito. Chiamo, due volte. La prima cade la linea, l’altra non risponde nessuno (e poi cade comunque la linea). Riprovo una terza volta, dopo aver verificato che fosse il numero esatto. Mi risponde una voce guida, devo premere sulla tastiera un numero per questa specifica operazione. La voce guida mi chiede di confermare il numero di telefono, al quale verrò ricontattato per un appuntamento. Chiudo, tutto sommato soddisfatto in periodo “emergenza Covid”, e mi aspetto una chiamata in giornata.

La guida di 14 pagine ai servizi “agili”

La mattina del 25 febbraio, a tre giorni dalla firma della convenzione, non mi richiama nessuno. Il giorno dopo idem, nulla, e così naturalmente sabato e domenica. Lunedì 29, intorno alle 11, preoccupato del fatto che non sarei arrivato ad avere il numero di registrazione entro i 15 giorni previsti, essendo già passata una settimana, chiamo un amico commercialista. Ho pensato “sicuramente avrà un sistema per poter farlo online”. Non è così, naturalmente, altrimenti non sarei qui a scriverne. Mi dice che la cosa più utile da fare al momento è inviare una PEC all’Agenzia delle Entrate, almeno per poter in qualche modo dimostrare che ho rispettato i termini. Ringrazio, vado sul sito alla ricerca dell’indirizzo di posta certificata giusto, e trovo anche una sorta di guida. Sono 14 pagine che illustrano i servizi chiamati “agili” dell’Agenzia. Nella guida si dice, in estrema sintesi che, oltre a rifare quello che ho inutilmente tentato già di fare – prenotazione online o telefonica, la PEC va inviata con allegato, oltre che l’atto scansionato, il “modello 69 di richiesta registrazione”, ma anche una “dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in cui il richiedente dichiara di essere in possesso dell’originale dell’atto e che l’immagine inviata è conforme al predetto originale”. Vanno inoltre prodotti “copia del documento di identità”, del modello di pagamento pagato e un “impegno del richiedente a depositare in ufficio un originale dell’atto”.

Dichiarazione, ex articolo 46 o 47?

Dopo aver avuto la conferma che, in sostanza, di “agile” non c’è proprio nulla, chiedo a un amico una stampante per fare tutto, ci vediamo nel suo ufficio. Dopo aver consumato mezza cartuccia del nero, arrivato al dover produrre “l’impegno del richiedente a depositare in ufficio un originale dell’atto” ci assale un dubbio: come è fatto? La sua idea è una “dichiarazione sostitutiva di atto notorio ex Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445”, che stampo, firmo e scansiono, insieme a tutti gli altri. Per estremo scrupolo, chiamo nuovamente il commercialista. Mi dice che forse è meglio fare una “dichiarazione sostitutiva ex Art 46 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445”, trattandosi di autocertificazione e non di un requisito di cui sono già in possesso. Nel dubbio, stampo anche questa, la firmo, la scansiono, invio il tutto.

Dopo la PEC, bisogna comunque andare

A oggi, 3 marzo, non ho ricevuto nulla in risposta. Chiamo nuovamente il commercialista, che con estrema cortesia aggiunge un’altra informazione: “No ma gli atti non li registrano via PEC, devi comunque prendere appuntamento”. Come nel gioco dell’Oca, sono al punto di partenza, ma almeno con la consapevolezza che almeno sui termini non dovrei avere problemi avendo fatto “agilmente” l’invio via PEC. Il consiglio del commercialista è quello di “provare a collegarsi sul sito la mattina presto, molto presto. Aprono alle 8.30, e in poco tempo esauriscono le date”. L’alternativa, sarebbe quella “di andare in un ufficio periferico, magari ad Acireale o ad Adrano”. Provo sul sito, ma anche per questi uffici distaccati non è possibile prenotarsi. Questa mattina quindi di buonora come consigliato mi collego al sito, e per qualche strana ragione (fortuna) intorno alle 8.40 era ancora disponibile prenotarsi. Ci vedremo fisicamente, con il mio atto, le mie dichiarazioni, la mia richiesta su modello 69 e le mie ricevute di pagamento per il 25 marzo.

Mario Fiume

Noi, i lettori
Noi, i lettori
Detto da voi è lo spazio dedicato ai lettori di FocuSicilia. Hai un'opinione, un'idea, un commento su quanto accade nella nostra società? Scrivi a info@focusicilia.it. Regole fondamentali: rispetto e buona educazione

Dello stesso autore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

To be updated with all the latest news, offers and special announcements.

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
392FollowerSegui
- Pubblicità -spot_img

Della stessa rubrica