fbpx

Incendi, Cisl Catania: roghi di rifiuti doppia emergenza, la città collabori

Per evitare gli incendi di rifiuti "occorre una maggiore collaborazione da enti e cittadini, per sorvegliare il territorio e custodire meglio la salute". L'appello di Cisl Catania

Non solo incendi boschivi ma anche roghi di rifiuti: l’arrivo dell’estate amplifica le emergenze che devono affrontare i Vigili del fuoco. I soli dispositivi di protezione individuale non bastano, occorrono mezzi e personale. E occorre anche una maggiore collaborazione da enti e cittadini, per sorvegliare il territorio e custodire meglio la salute dei cittadini catanesi. Dopo l’incendio di alcuni giorni fa, in via Vivaio, divampato su cumuli di rifiuti, nell’area dell’ex cementificio, nei pressi del porto di Catania, la Fns Cisl etnea ribadisce la necessità di misure adeguate per le criticità di organico e mezzi già denunciate dal fronte sindacale.

Incendi di rifiuti, il punto di Cisl Catania

“Sempre più spesso ci troviamo a intervenire per lo spegnimento di rifiuti in discariche abusive”, afferma Fabrizio Gualtieri, segretario generale della Fns Cisl Catania, “il sottodimensionamento del personale porta inevitabilmente più mole di lavoro per le esigue forze in campo che di conseguenza sono più soggette allo stress psicofisico ed esposti ancora di più alle malattie professionali. Per tale motivo chiediamo un maggiore aiuto da parte degli altri enti, per un monitoraggio costante del territorio per scoraggiare quelli che sono atti scellerati come quello di lasciare i rifiuti in aree non idonee.

Uomini e mezzi “esigui e non proporzionati”

“Nell’ultimo caso in ordine di tempo, in via Vivaio”, aggiunge, “i Vigili del fuoco si sono trovati a combattere contro le fiamme e il fumo per 36 ore. Sia quell’area, sia altre in città, negli ultimi tempi sono state interessate da episodi simili, con cumuli di rifiuti depositati in maniera indiscriminata. Per tale motivo, servirebbe un maggior controllo, attenzione e sensibilizzazione per scongiurare simili atti, anche perché il fumo emanato dall’incendio di queste sostanze in alcuni casi potrebbe essere nocivo. Il Corpo Nazionale VVF difende la popolazione dai rischi provocati dagli incendi e dalle minacce che provocano”, prosegue Gualtieri. “In questo siamo impegnati con uomini e mezzi esigui e non proporzionati rispetto al carico di lavoro a cui siamo esposti. In vista del periodo estivo chiediamo che il personale venga messo nelle condizioni di operare in maniera efficace e in sicurezza”.

La denuncia: “Parco mezzi carente e vetusto”

“A questo proposito facciamo presente come sia carente anche il parco mezzi a disposizione. Una maggiore presenza di personale operativo comporterebbe una maggiore tutela per la cittadinanza, in quanto si potrebbe intervenire nelle aree interessate dagli incendi in maniera tempestiva, senza, tra l’altro, chiudere alcuni distaccamenti periferici per mancanza di personale, così come avviene quasi regolarmente. Il parco mezzi, poi, risulta carente e vetusto: mezzi più efficienti permetterebbero una maggiore sicurezza per i Vigili del fuoco e maggiore tempestività di intervento. Confidiamo in una assegnazione straordinaria di personale e di mezzi per essere in grado di poter fronteggiare le esigenze che il territorio e le nuove tecnologie ci vedono impegnati quotidianamente“.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli