fbpx

Maltempo, vittime nel catanese. Strade allagate, scuole e hub chiusi

Un uomo di 67 anni è morto nelle campagne di Scordia, nel catanese, mentre la moglie di 65 risulta ancora dispersa, anche dopo un avviso di ritrovamento non confermato dalle autorità. Ingenti i danni a cose e persone

La Protezione civile regionale aveva proclamato l’allerta rossa per le giornate del 24 e 25 ottobre, e le conseguenze del maltempo sono arrivate puntuali, anche per la troppa antropizzazione del territorio. Un uomo di 67 anni è morto in un’area di campagna nei pressi di Scordia, nel catanese, mentre la moglie di 65 risulta ancora dispersa. Centinaia gli interventi dei vigili del fuoco, in particolare, nelle zone centro-orientali dell’isola. I venti, fin da ieri domenica 24 ottobre, sono stati forti, con raffiche di burrasca o burrasca forte. Per oggi sono definiti localmente forti dai quadranti orientali. Agitati i mari. Lo Ionio è molto agitato al largo mentre sono generalmente molto mossi gli altri bacini, fino a temporaneamente agitato il Tirreno settore ovest. Il presidente della Regione siciliana ha annunciato lo stato di emergenza. Il comando provinciale dei Vigili del fuoco informa che alle ore 16,00 del 24 ottobre 2021 le chiamate in coda erano 140, con 20 interventi in corso e 17 interventi effettuati. Le aree più colpite la zona Sud della città di Catania, la Zona Industriale, i villaggi sul litorale della SS114 in direzione Siracusa, Misterbianco e tra i paesi etnei, in particolare, Pedara, Tremestieri Etneo, Mascalucia e Gravina di Catania

Leggi anche – Maltempo, Musumeci: “Sarà stato d’emergenza. Dolore per la vittima”

Dispersi due coniugi

Sarebbero due le vittime di questa ondata di maltempo. Come detto, si tratta di due coniugi che risultavano dispersi da ieri sera. Il corpo dell’uomo è stato ritrovato in mattinata in un agrumeto in contrada Leonella (Scordia), quasi al confine con Lentini (SR) ad un paio di chilometri di distanza dall’ultimo avvistamento. Qualche ora dopo, secondo l’emittente Video Star, sarebbe stato rinvenuto anche il corpo senza vita della donna. L’emittente locale aveva annunciato intorno alle 13.30 il ritrovamento del corpo, ma le autorità non hanno confermato e le ricerche continuano. Nelle ultime 12 ore sono stati effettuati oltre 200 interventi per soccorrere persone bloccate nelle proprie auto rimaste in panne o isolate, per danni d’acqua e per allagamenti, in particolare nel catanese, anche con l’ausilio dei Nuclei Sommozzatori e dei Soccorritori acquatici dei Vigili del Fuoco. Per fare fronte alle oltre 100 richieste di soccorso che riguardano solo il territorio della provincia di Catania sono state inviate squadre di rinforzo dai Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco di Ragusa, Enna, Messina e Palermo.

Strade chiuse

L’anas fa sapere che a causa dell’esondazione del fiume Simeto, la strada statale 194 “Ragusana” è provvisoriamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni dal km 0,300 al km 1,000 a Catania. A questo si aggiunge l’allagamento della carreggiata e la presenza di fango e detriti sulla strada statale 120 “Dell’Etna e delle Madonie” che pertanto è provvisoriamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni dal km 176,00 al km 179,000 all’altezza di Bronte (Catania). Problemi per fango e detriti anche sulla strada statale 385 “Di Palagonia”. È provvisoriamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni dal km 25,000 al km 29,000 all’altezza di Lentini (Siracusa). 

Hub vaccinali chiusi

A Catania e a Messina hub e punti vaccinali territoriali chiusi per l’intera giornata di oggi. Sospese dunque tutte le attività negli hub di Catania, Acireale, S.A. Li Battiati, Misterbianco e Caltagirone. Stop anche in tutti i punti vaccinali territoriali dell’Asp. Nella provincia di Messina sono chiusi il Centro vaccinale Santo Stefano di Camastra, l’Hub Fiera Messina, l’Hub PalaRescifina di Messina, il Centro Vaccinale di Milazzo Parco Corolla, il Centro Vaccinale di Patti, il Centro Vaccinale di Brolo, il Centro Vaccinale di Capo D’Orlando, il Centro Vaccinale di Lipari, Villa Ragno a Santa Teresa Riva, e il Centro vaccinale a Taormina Via Croce Rossa ex locali Aias. La chiusura è a scopo precauzionale per tutelare utenti e operatori. Le attività, tamponi drive in compresi, riprenderanno martedì, se le condizioni meteo lo permetteranno. Gli utenti prenotati per la somministrazione del vaccino, potranno presentarsi direttamente negli hub e nei punti vaccinali territoriali non appena ritorneranno operativi. Non è necessario fare una nuova prenotazione.

Scuole chiuse

Nella provincia etnea chiuse anche le scuole. A Catania il sindaco Salvo Pogliese ha disposto la chiusura delle scuole pubbliche e private, di ogni ordine e grado, nella città di Catania, per la giornata di lunedì 25 ottobre e con decorrenza immediata dei parchi e dei cimiteri comunali. Anche il sindaco del comune di Acicastello Carmelo Scandurra ha disposto la chiusura delle scuole, del centro vaccinale di Villa Fortuna, del Castello Normanno e la chiusura del cimitero nel giorno di lunedì 25 ottobre. Scuole chiuse anche a Belpasso per ordinanza del sindaco Daniele Motta, a San Giovanni la Punta come comunicato dal sindaco Antonino Bellia, A Tremestieri Etneo per disposizione del sindaco Santi Rando. Ad Acireale il sindaco Stefano Alì ha invece dispsoto la sosla sospensione delle attività didattiche e la chiusura al pubblico del cimitero comunale.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,945FansMi piace
511FollowerSegui
341FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli