fbpx

Mercato immobiliare in crisi: meno 11,8%. Ma in Sicilia Agrigento cresce

Il mercato immobiliare residenziale si conferma in crisi secondo gli ultimi dati ufficiali riferiti ai primi nove mesi del 2023. Ma la crisi non è la stessa in tutta Italia: se a Bari, Bologna e Milano il calo è intorno ai 20 punti, ad Agrigento città c'è stato un aumento delle compravendite del 10,2 per cento

Il mercato immobiliare conferma la sua crisi, con un calo dell’11,8 per cento. Da gennaio a settembre 2023 le compravendite di abitazioni in Italia sono state solo 507 mila rispetto alle oltre 570 mila dello stesso periodo del 2022. Il dato, ultimo ufficiale reso disponibile dall’Agenzia delle Entrate, ed è stato elaborato dall’Ufficio Studi Tecnocasa, vede però situazioni molto differenziate in Italia. Se a Milano la flessione supera il 16,8 per cento, a Palermo questa si ferma al 6,3. E in alcuni casi, come Agrigento città, c’è addirittura un aumento delle contrattazioni che arriva a superare il 10 per cento. Ma non è la sola città siciliana a registrare dati in positivo

Ad Agrigento record di compravendite: più 10,2%

A livello italiano il record in negativo in un contesto di mercato immobiliare in crisi per i primi nove mesi dell’anno, spetta a Bari (meno 20,3 per cento). Segue tra le grandi città Bologna a meno 19,3 per cento. Palermo città, come detto, si contraddistingue per una maggiore tenuta del numero di compravendite (4.692 contro 5.008 dello stesso periodo del 2022, meno 6,3 per cento), con la sola Napoli a fare meglio in termini percentuali (meno 4,9 per cento). A livello siciliano il contraccolpo maggiore si è avuto a Caltanissetta città, dove la flessione è del 14,2 per cento, passando da 520 a 446 compravendite. Un fenomeno completamente opposto alla vicina Agrigento, che passa da 493 dei primi nove mesi 2022 alle 543 di un anno dopo (più 10,2 per cento). Tra i risultati positivi segue Trapani città, che registra un più 2,5 per cento di compravendite (545 in totale, 15 in più). Catania, seconda città siciliana, vede anch’essa una flessione relativamente contenuta se paragonata alle medie italiane, passando da 2.961 a 2.772 compravendite (meno 6,4 per cento). Messina città registra invece un aumento, seppur limitato, di compravendite, passando da 1.745 a 1.754 (più 0,5 per cento). In crescita anche Siracusa (più 0,4 per cento), mentre in calo sono sia Enna (meno 1,4 per cento) che Ragusa città (meno 6,4 per cento).

Evidenziate in giallo le città con i dati in positivo. In verde province

Agrigento cresce più di tutti, anche tra le province

A livello provinciale siciliano si conferma Agrigento quella co le performance migliori, con un dato (che si aggiunge e quindi non comprende quello del capoluogo) di 2.470 compravendite contro 2.395 di un anno prima, una crescita del 3,1 per cento. Segue Caltanissetta, che inverte la tendenza del capoluogo con un più 1,1 per cento. Tutte in calo le altre province siciliane: Palermo registra un meno 6,4 per cento ( da 4.301 a 4.027 compravendite), Catania meno 4,8 per cento (da 5.506 a 5.241), Messina meno 6,8 per cento (2.669 compravendite, quasi duecento in meno rispetto ai primi nove mesi del 2022). Completano il quadro Siracusa (meno 1,6 per cento), Trapani (meno 4 per cento), Ragusa (meno 7,4 per cento) ed Enna (meno 7,4 per cento).

Leggi anche – Mutui e tassi di interesse, c’è attesa per il secondo semestre

Mercato immobiliare in crisi: nel terzo trimestre -10,4%

Considerando solo il terzo trimestre del 2023 in Italia sono state compravendute 157.024 abitazioni residenziali con una contrazione del 10,4 per cento. Continua, quindi, la diminuzione delle compravendite, dovuta in gran parte al mercato dei mutui particolarmente complesso dello scorso anno e che solo nelle ultime settimane ha mostrato segnali di ripresa. L’analisi riferita al solo terzo trimestre nelle metropoli evidenzia, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, una contrazione maggiore a Firenze (meno 17,9 per cento), la migliore performance spetta a Napoli (meno 1,9 per cento). La previsione del Centro Studi Tecnocasa sul numero totale di compravendite residenziali per il 2023 è di 680 mila.

- Pubblicità -
Leandro Perrotta
Leandro Perrotta
Catanese, mai lasciata la vista dell'Etna dal 1984. Dal 2006 scrivo della cronaca cittadina. Sono presidente del Comitato Librino attivo, nella città satellite dove sono cresciuto.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli