fbpx

Morti sul lavoro, presidi e flash mob di Cisl Sicilia in tutte le città dell’Isola

A partecipare alla mobilitazione sui morti sul lavoro di Cisl Sicilia lavoratori, dirigenti sindacali e cittadini, per dire basta alla "scia di sangue" che ha messo l'Isola sotto i riflettori

Fermare le morti bianche nei cantieri e nei posti di lavori della Sicilia, una vera e propria “scia di sangue” che negli ultimi mesi e anni ha messo l’Isola sotto i riflettori: è il senso della manifestazione convocata da Cisl Sicilia. A partecipare lavoratrici, lavoratori, dirigenti sindacali, in una grande mobilitazione regionale che ha toccato tutte le città siciliane. Presidi e flash-mob si sono tenuti davanti a tutte le Prefetture dell’isola. Iniziative nel corso delle quali sono state raccontate storie simbolo di chi ha perso la vita sul posto di lavoro. Diverse delegazioni dei dirigenti sindacali della Cisl sono state ricevute dai rappresentati delle Prefetture. A loro è stato anche consegnato il documento che la Cisl ha presentato al Governo nazionale.

Patto fra sindacati, imprese e istituzioni

“La mobilitazione regionale di oggi è una tappa della mobilitazione nazionale della Cisl, partita con assemblee nei luoghi di lavoro” ha commentato il segretario generale della Cisl Sicilia, Sebastiano Cappuccio. “La Cisl ribadisce l’esigenza di un patto fra sindacati, istituzioni e imprese  un atto di responsabilità collettiva. Un atto che impegni il governo, le istituzioni, gli enti preposti e le parti sociali, per giungere in tempi rapidi alla stipula di una strategia nazionale di prevenzione che preveda piani di intervento mirati, da noi indicati nel documento presentato all’esecutivo nazionale. Ed è indispensabile che avvenga un cambio di rotta anche culturale. Perché le morti sul lavoro non sono un argomento di pochi, ma sono un dramma e una vergogna per tutti”. 

Morti sul lavoro, la situazione in Sicilia

Il segretario generale della Cisl Sicilia ha sottolineato come la Sicilia sia una delle regioni italiane con maggiore incidenza di morti sul lavoro. “Nell’Isola siamo di fronte a una vera e propria emergenza”, ha detto Cappuccio, “che va fermata immediatamente, perché è inaccettabile morire sul posto di lavoro. Vanno intensificati i controlli e per farlo, occorre risolvere l’annoso problema della carenza degli ispettori del lavoro, bisogna premiare l’economia sana della regione, ponendo come criteri indispensabili di valutazione, il rispetto della salute e della sicurezza nei posti di lavoro. Occorre vigilare su tutto il sistema degli appalti e avviare un grande piano di formazione A partire dai banchi di scuola, per affermare la cultura della prevenzione. Auspichiamo che in Sicilia si riuniscano tavoli permanenti sul tema. Guidati dai prefetti e al quale partecipino le istituzioni, gli enti preposti, le parti sociali e le imprese”. 

La manifestazione della Cisl a Catania

Anche a Catania la Cisl è scesa in strada. Ricordando come nella provincia etnea vi siano “solo nove ispettori del lavoro per oltre 90 mila imprese”. A guidare la delegazione – che ha consegnato consegnato un documento in Prefettura – il segretario generale Maurizio Attanasio, alla presenza di Paolo Sanzàro, componente della segreteria regionale della Cisl siciliana. “Noi oggi qui rappresentiamo un mondo trasversale”, ha sottolineato Sanzaro. “Un mondo che riguarda tutto il mondo del lavoro, dai medici agli infermieri, dai lavoratori edili ai lavoratori del mondo agricolo. Fino ai lavoratori che vediamo ogni giorno nelle nostre strade a quelli dell’industria, ai pensionati e ai dipendenti pubblici. Siamo qui perché la cultura della sicurezza diventi patrimonio di tutti”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli