fbpx

Nose, altre 1000 segnalazioni

Altre mille segnalazioni a settembre nell'area industriale del golfo di Augusta: il software gestito da Arpa Sicilia continua con sempre più diffusione la sua fase sperimentale

Augusta si conferma patria dei cattivi odori secondo le rilevazioni dell’app Nose. Nel mese di settembre sono pervenute 1.133 segnalazioni, di cui 541 provenienti dal comune di Augusta, 44 dal vicino comune di Melilli, 51 da Priolo e 497 da Siracusa. Nella sola giornata del 19 settembre il software, il cui nome in inglese significa “naso” ma è l’acronimo di Network per Odour Sensitivity , aveva raccolto 276 segnalazioni di cui 266 sono giunte dopo le 18.30. La maggior parte delle segnalazioni provenivano dal comune di Augusta (177). Pur essendo attualmente il sistema in fase sperimentale, la Polizia municipale di Augusta ha effettuato un prelievo di aria istantaneo a mezzo canister presso il centro storico in Corso Sicilia, area maggiormente esposta alle molestie olfattive segnalate.

La puzza dovuta a un mix di sostanze idrocarburiche

Dall’analisi chimica dell’aria effettuata nei laboratori di Arpa Sicilia è stata confermata la presenza di un mix di sostanze idrocarburiche di natura industriale in concentrazioni significative, oltre alla presenza di composti solforati ben al di sopra della soglia olfattiva, che giustificano le numerose segnalazioni di cattiva qualità dell’aria pervenute da parte dei cittadini di Augusta. Riguardo i dati rilevati dalla rete di monitoraggio, a causa del maltempo che si è abbattuto sulla zona e che ha provocato un blackout elettrico, due stazioni del Libero Consorzio così come la stazione Aspa Villa Augusta hanno interrotto le misurazioni alle ore 17. Il software, utilizzabile da smartphone e sviluppato da Arpa Sicilia insieme a Cnr e Isac, è in fase sperimentale proprio nei comuni dell’area industriale Augusta-Priolo-Melilli-Siracusa , ma sarà successivamente disponibile anche nel comprensorio del Mela, che ospita, oltre alla Ram di Milazzo, anche altre attività correlate alla raffinazione, e il nisseno, un tempo centro della raffineria che l’Eni ha poi deciso di riconvertire.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,945FansMi piace
511FollowerSegui
341FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli