fbpx

Numero chiuso a Medicina. L’Ordine di Catania chiarisce: “Non sarà abolito”

Il presidente Saggio: "Selezione in entrata posticipata solo di sei mesi"

A cinque giorni dall’approvazione del testo base della Delega al Governo per la revisione delle modalità di accesso ai corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, in Odontoiatria e protesi dentaria e in Medicina Veterinaria, il presidente dellOrdine dei Medici di Catania ha chiarito che non si arriverà all’abolizione del numero chiuso nelle università. Non sarà previsto per legge e l’Omceo etneo non è comunque d’accordo. In base alle disposizioni presenti nel testo delega, il governo dovrà adottare uno o più decreti legislativi in cui, tra i principi, è previsto che l’iscrizione al primo semestre dei corsi di laurea magistrale in medicina e chirurgia, in odontoiatria e protesi dentaria e in medicina veterinaria sia libera. Ma questo non apre totalmente l’accesso ai percorsi di studio.

Non si tratta dell’abolizione del numero chiuso

Per il presidente Omceo, Alfio Saggio, “non si tratta dell’abolizione del numero chiuso, il testo adottato dal gruppo di esperti della commissione Cultura del Senato, infatti prevede che il numero di iscrizioni al secondo semestre sia coerente con il fabbisogno di medici stimato dal Sistema Sanitario Nazionale: solo chi avrà un punteggio alto potrà accedere ai posti disponibili”. A un primo semestre aperto a tutti (probabilmente non in presenza), infatti, ne seguirà un secondo al quale potranno accedere gli aspiranti medici che avranno superato prima gli esami individuati come propedeutici, poi un quiz nazionale. “Le materie di studio non sono ancora state decise” ha aggiunto Saggio “le individuerà il Governo, ciò che è chiaro è che per essere ammessi al secondo semestre, oltre ad aver passato tutti gli esami, servirà essere collocati in posizione utile nella graduatoria di merito nazionale.

Non abolizione, ma armonizzazione

Esiste tuttavia un “paracadute” per chi non passerà al secondo semestre, rappresentato dal riconoscimento dei crediti universitari acquisiti nel primo semestre, che potranno essere sfruttati in uno dei corsi di laurea di area biomedica, sanitaria, farmaceutica e veterinaria”. Allo studente, nel momento in cui si iscrive a Medicina, verrà chiesto di indicare una seconda scelta sempre all’interno di quell’area che potrebbe diventare la destinazione finale. La doppia iscrizione sarà gratuita. “Il testo possiede qualche lacuna” ha concluso Saggio “noi siamo contrari all’abolizione del numero chiuso. Bisognerebbe semmai armonizzarlo con il numero di borse di specializzazione, molte delle quali, purtroppo, hanno perso attrattività presso i neolaureati”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli