fbpx

Pasqua, caldo record in Sicilia: oltre 30 gradi. L’anomalia termica nei dati Sias

Caldo torrido nel giorno di Pasqua in Sicilia. Il 31 marzo, 48 delle 96 stazioni di rilevamento termico del Sias, Servizio Informativo Agrometeorologico Siciliano, hanno registrato il loro record di temperatura massima mensile nel mese di marzo

Caldo record a Pasqua in Sicilia. E non è stata solo una sensazione: a confermare le temperature anomale sono i dati del Sias, il Servizio Informativo Agrometeorologico Siciliano. Il 31 marzo, 48 delle 96 stazioni di rilevamento termico del Sias hanno registrato il loro record di temperatura massima mensile nel mese di marzo dalla loro installazione, ovvero quasi per tutte l’anno 2022. Oltre 30 gradi centigradi nei pressi di Palermo, così come a Castellammare del Golfo, e a Cefalù, mentre in Sicilia orientale oltre 30 gradi sono stati raggiunti a Comiso e soprattutto a Torregrotta (provincia di Messina), dove il record assoluto è stato di 31,8 gradi.

Record assoluto a Torregrotta (ME)

Secondo quanto scrive il Sias “il massimo valore di 31,8 °C registrato dalla stazione Torregrotta (ME), ha superato il massimo valore mensile precedente di 30,9 °C registrato il 22 marzo 2016. In quella occasione fu registrato il massimo valore assoluto di marzo dell’intera rete SIAS, 32,1 °C, che questa volta non è stato invece superato”, scrivono i tecnici agrometeorologi.

In rosso le stazioni con valori record

A soffrire di più la zona tirrenica. Record a Linguaglossa

Solo due giorni prima 3 stazioni dell’entroterra ionico avevano già superato il loro record di marzo, ed erano quindi previsti per il 31 marzo, per effetto delle correnti di Scirocco e dei venti di caduta, valori anomali soprattutto sul settore tirrenico. “Ma anche i valori registrati nelle aree interne della regione sono stati diffusamente oltre i massimi precedenti, così come è avvenuto anche sul settore meridionale centrale”, scrive il Sias. Le anomalie sono state assenti o meno marcate sulle stazioni del settore ionico, esposte alle correnti ancora fresche provenienti dal mare, prima che accumulassero calore nel loro percorso nell’entroterra verso Nord-Ovest. Tra esse tuttavia, per effetto dell’aria calda in quota, la stazione Linguaglossa Etna Nord a 1875 m s.l.m. con 17,6 °C ha anch’essa stabilito il suo massimo valore di temperatura del mese di marzo della sua serie avviata solo nel 2013.

- Pubblicità -
Leandro Perrotta
Leandro Perrotta
Catanese, mai lasciata la vista dell'Etna dal 1984. Dal 2006 scrivo della cronaca cittadina. Sono presidente del Comitato Librino attivo, nella città satellite dove sono cresciuto.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli