fbpx

Piersanti Mattarella ucciso dalla mafia 44 anni fa. La politica siciliana lo ricorda

“I valori di Piersanti Mattarella segnarono una nuova direzione per portare avanti il cambiamento della Sicilia e abbiamo l’impegno di continuare a camminare in questo solco”, ha detto il presidente della Regione Renato Schifani. Stamattina la commemorazione a Palermo

La politica siciliana ricorda Piersanti Mattarella, il presidente della Regione ucciso da Cosa nostra il 6 gennaio 1980 sotto la sua abitazione, in via Libertà a Palermo. A rendere omaggio al politico – figlio dell’ex ministro democristiano Bernardo e fratello del presidente della Repubblica Sergio – il governatore Renato Schifani. “Celebrare la memoria di Piersanti Mattarella, che ha combattuto la mafia attraverso scelte politiche e azioni di governo, significa onorare ogni giorno l’impegno per l’affermazione della trasparenza, della legalità, dell’efficienza nella pubblica amministrazione”, ha detto Schifani, che non ha partecipato alla cerimonia di commemorazione perché “fuori sede”, inviando in sua vece l’assessore regionale ai Beni culturali, Francesco Paolo Scarpinato. “I suoi valori segnarono una nuova direzione per portare avanti il cambiamento della Sicilia e abbiamo l’impegno di continuare a camminare in questo solco“.

Piersanti Mattarella “esempio per la Nazione”

A ricordare la figura e l’impegno politico di Piersanti Mattarella anche il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo, che insieme a una delegazione del partito ha partecipato alla commemorazione che si è tenuta stamattina in viale Libertà. “Commemoriamo oggi Piersanti Mattarella, un vero esempio per l’intera Nazione, non soltanto per tutti i siciliani”, ha detto Barbagallo. “E lo ricordiamo non soltanto per le sue doti umane e professionali ma anche per i suoi meriti di amministratore e legislatore. Caratteristiche che dovrebbero, in tempi come quelli che stiamo vivendo, ‘illuminare’ e guidare chiunque abbia responsabilità politiche e di governo. La sua attività di legislatore e di politico aperto al cambiamento senza cedere a compromessi di qualunque genere“, ha aggiunto prosegue Barbagallo, “devono essere il faro che guida ciascuno di noi che, facendo politica, intende assumersi la responsabilità di amministrare la cosa pubblica”.

“Rigore morale e preparazione intellettuale”

A esprimere cordoglio, nell’anniversario dell’uccisione, anche altri esponenti politici. Tra loro, il presidente della Commissione Difesa della Camera dei Deputati Nino Minardo. “Oggi non onoriamo solo il sacrificio di Piersanti Mattarella ma celebriamo un esempio di buona politica fatta di impegno quotidiano, rigore morale e preparazione intellettuale. Il Presidente della Regione Siciliana ucciso 44 anni fa dalla Mafia continua ad essere un riferimento per tutti coloro che sono impegnati nella vita pubblica”. A ricordare Mattarella anche l’europarlamentare Francesca Donato, vice presidente nazionale della Democrazia Cristiana. “Piersanti Mattarella come Aldo Moro e Vittorio Bachelet è un martire della Democrazia perché ha testimoniato con la sua vita e con il suo sacrificio una politica intesa come servizio, fatto di tolleranza, impegno e integrità morale. Come Democrazia Cristiana siamo profondamente impegnati a far camminare sulle nostre gambe le idee e i valori di Piersanti Mattarella”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli