fbpx

Pnrr. 10,5 milioni di euro per un nuovo polo green e agri tech a Ragusa

Sono stati avviati i lavori del Greentech Mediterranean Innovation Hub, piattaforma con l’obiettivo di promuovere la ricerca accademica. La compagine di progetto è costituita, oltre che dalla Banca Agricola Popolare di Ragusa e dall’Università di Catania, dal Comune di Ragusa, da i3P, dall’Energy Center del Politecnico di Torino e dalla Fondazione Cesare e Doris Zipelli

Ragusa ospiterà uno dei più importanti poli italiani per il trasferimento tecnologico in ambito green ed agri-tech finanziato con fondi Pnrr. Sono stati avviati i lavori del Greentech Mediterranean Innovation Hub, progetto finanziato da 10,5 milioni di euro nell’ambito dell’iniziativa “Ecosistemi innovazione al Sud in contesti urbani marginalizzati”, promossa dal Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale con fondi stanziati dal Piano nazionale per gli investimenti complementari del PNRR.

Nel centro di Ragusa un polo per la ricerca accademica

La piattaforma territoriale dell’hub ha sede nel centro storico di Ragusa, in piazza Matteotti nella ex sede della Banca d’Italia. Il palazzo sarà restaurato e ristrutturato per essere trasformato in uno spazio, a basso impatto ambientale.L’obiettivo è promuovere la ricerca accademica e favorire l’incontro tra capitale umano qualificato, per soddisfare i fabbisogni del mondo imprenditoriale, coinvolgendo i giovani. Inoltre promuovere le pari opportunità di genere, oltre che valorizzare i beni culturali e le esigenze del territorio. Oltre che dalla Banca Agricola Popolare di Ragusa e l’Università di Catania, fanno parte del progetto il Comune di Ragusa, il i3P, dall’Energy Center del Politecnico di Torino e la Fondazione Cesare e Doris Zipelli

Il rettore Priolo: “Forte impulso allo sviluppo delle imprese”

“Questo eccellente risultato è un’ulteriore testimonianza della eccellenza del nostro ateneo nella predisposizione di progetti di ricerca“. Lo ha dichiarato il rettore Francesco Priolo. “Grazie alla forte sinergia tra l’Università di Catania e gli enti pubblici e privati realizzeremo a Ragusa un polo di fondamentale importanza per il trasferimento tecnologico in ambito green ed agri-tech. Per la valorizzazione della conoscenza a beneficio del tessuto imprenditoriale e della società civile. Il progetto – ha proseguito il rettore Unict – darà un forte impulso allo sviluppo delle imprese del territorio e favorirà l’occupazione dei giovani. Questo a conferma del forte investimento dell’Università di Catania sul territorio ragusano sul piano della formazione e della ricerca“. Per Arturo Schininà, presidente di Bapr, “l’avvio dei lavori, nel rispetto dei tempi preventivati, è il primo e fondamentale passo per la realizzazione. Nel cuore di Ragusa nascerà una delle iniziative più innovative e tecnologicamente avanzate nel campo della digitalizzazione e dello sviluppo sostenibile che saranno realizzate nel bacino del Mediterraneo”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli