fbpx

Porto di Catania, Piano regolatore solo “esposto”: il documento non c’è ancora

Il progetto è stato presentato in maniera informale a Palazzo degli Elefanti, scatenando le prime reazioni alle soluzioni dell'Adsp della Sicilia Orientale per sciogliere i "nodi" che separano il porto dalla città. Ma quel che è stato mostrato ai consiglieri e alla città sono solo delle slides: a oggi nessun deposito di un atto definitivo. Solo allora l'assemblea potrà esprimersi nel merito

Il Piano regolatore del porto (Prp) è stato esposto al Consiglio comunale di Catania lo scorso 12 marzo. Un atto però informale, con un complesso iter di approvazione che è solo nelle sue fasi preliminari. Il progetto non è definitivo, tanto che non è stato ancora depositato. Non ci sono, ancora, documenti ufficiali su cui discutere. A Palazzo degli Elefanti l’Autorità di Sistema Portuale della Sicilia Orientale (Adsp), ha illustrato, tramite delle slides, le scelte strategiche per collegare il porto alla città, con l’obiettivo dichiarato di risolvere anche il problema del traffico che si sviluppa attorno alla zona.

Il complesso iter di approvazione

L’approvazione del nuovo Prp spetta all’Adsp e specificamente al suo Comitato di Gestione, di cui fa parte anche la Città Metropolitana di Catania. Ma servirà collaborazione proprio con il Comune di Catania, per arrivare ad un documento comunque condiviso con la città. Dopo le verifiche degli uffici urbanistici, controdeduzioni e prassi, servirà l’ok di Palazzo degli Elefanti. L’iter è complesso. Dal momento del deposito ufficiale degli atti, il nuovo piano regolatore del Porto di Catania per 45 giorni potrà essere oggetto di emendamenti, modificato o accettato così com’è con il tacito assenso dal Consiglio comunale. Al momento, quindi, non c’è un Prp pronto a Catania, ma il presidente dell’Adsp della Sicilia Orientale, Francesco Di Sarcina, ha dichiarato di voler approvare il nuovo piano regolatore del porto entro il 2024. Tanto da aver convocato per il prossimo 20 marzo una conferenza stampa per “illustrare progettualità e prospettive future del porto”.

Leggi anche – Porto di Catania, i sindacati chiedono un confronto sul Piano regolatore

Il porto di Catania è un porto commerciale

Il progetto di un waterfront che connette il porto alla città e permette ai catanesi di vivere in maniera più libera gli spazi vicini al mare, va coniugato con la funzione principale del porto catanese, che è di tipo commerciale. “Quello di Catania è un porto internazionale con connessioni internazionali – ha dichiarato in Consiglio comunale Francesco Di Sarcina – che deve dare risposte alle aziende. Abbiamo commissionato uno studio previsionale che ci dirà quale sarà l’impatto del nuovo Piano regolatore, in termini di Pil, sull’economia della città. Il segretario generale dell’Adsp Sicilia Orientale Attilio Montalto ha ricordato come il porto a Catania “fa tutto tranne attività petrolifera”. La necessità di mantenere determinanti tipi di traffici permette allo stesso porto di Catania di essere “sede di Autorità di sistema”. Questa vocazione non esclude la possibilità di liberare spazi per accogliere all’interno del porto i catanesi. Nel prp è prevista la realizzazione dell’attesissimo waterfront, di spazi per la crocieristica, la costruzione di nuove banchine per ospitare yacht.

Leggi – Opere pubbliche, Porto e Pug, appello di Ugl Catania: la città non rimanga ferma

Nuove aree per il passeggio e gli yacht

Vogliamo consegnare il porto al città – ha detto il presidente Francesco Di Sarcina – e riuscire a costruire una funzione turistica e di waterfront“. Il modo in cui questo avverrà è stato illustrato ai consiglieri comunali, seppure con documenti provvisori. “Abbiamo previsto l’ampliamento della darsena turistica. La banchina 44 si estenderà verso Nord dove libereremo uno spazio per la fruizione libera e un’aria cantieristica complessivamente per oltre 20 mila metri quadri. L’area E1 sarà realizzata per le esigenze delle città in collaborazione con il Comune”. Nel nuovo Piano regolatore del porto di Catania sono stati compresi nuovi spazi rivalutati per le crociere che verranno resi disponibili per il passeggio cittadino quando non saranno in funzione proprio per le navi. “L’area a Nord-est sarà aperta alle crociere e chiusa alla città quando ci saranno le navi. Al contrario si aprirà alla città quando non ci saranno arrivi” ha spiegato l’ingegnere Riccardo Lentini, dirigente area tecnica dell’Autorità Portuale di Catania. Il presidente dell’Adsp Di Sarcina ha comunicato poi l’intenzione di aprire il Porto di Catania agli yacht. “È un segmento importante. Chi ha uno yacht raggiunge il porto viaggiando in aeroporto e crea indotto per lascia ormeggiata la barca per molto tempo, con l’equipaggio. Catania deve entrare in questo business che crea economia indotta sul territorio”.

Leggi – Porto di Catania, la ciclabile sarà al centro di via Tempio, tra le carreggiate

Soluzioni per via Domenico Tempio

“All’interno del Prp di Catania crediamo di aver trovato anche una soluzione al problema di via Domenico Tempio” ha spiegato ancora al Consiglio comunale il presidente Di Sarcina in riferimento all’arteria stradale che scorre parallela al porto di Catania, oggetto proprio in questi giorni di importanti lavori. “Dal lato della nuova darsena c’è un groviglio dovuto al transito di macchine e tir che devono attraversare la via in modo completamente promiscua. Pensiamo di aver trovato una soluzione per separare il flusso di viabilità urbano dal portuale ed eliminare la percezione negativa che la città ha del porto e delle sue attività. Chi entra non sente il porto come un ostacolo e chi lavora non resta bloccato nel traffico”. “Allargare la via Domenico Tempio non si può” ha spiegato il presidente “perché si toglierebbe strada ad un porto già piccolo”.

- Pubblicità -
Chiara Borzì
Chiara Borzì
Sono una giornalista specializzata nei temi di economia, impresa, ambiente, cultura e sport. Attualmente dottoranda di ricerca e cultrice della materia di "Storia Contemporanea" presso l’Università degli Studi di Enna "Kore".

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli