fbpx

Porto di Catania: sì alla “movida”, no alle bici

Oggi riaprono i locali nell'area turistica del porto del capoluogo etneo. Niente musica, niente assembramenti, si chiude all'una. Resta vietato il transito delle biciclette fino al faro

Vietati gli assembramenti, vietate le esecuzioni musicali dal vivo. E l’orario di chiusura è fissato all’una di notte. Queste le nuove regole vigenti all’interno del porto di Catania presenti in una ordinanza dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale del 28 maggio e in vigore da oggi. Le regole sono, sostanzialmente, le stesse vigenti all’interno della città: riprendono quelle emanate dal sindaco Salvo Pogliese nelle disposizioni del 19 maggio. Tra gli obblighi per gli esercenti, quello del mantenimento della distanza interpersonale, che condiziona anche la disposizione dei posti a sedere nei tavoli e nelle consumazioni al banco: si dovrà garantire in entrambi i casi il mantenimento della distanza di un metro.

L’autorità portuale conferma: niente novità per i ciclisti

L’ordinanza non interviene però in alcun modo sull’accesso all’area portuale. Rimane pertanto, come confermato dall’Autorità portuale vista anche l’esigenza di “protezione” data anche dal periodo storico, la divisione tra “area turistica”, accessibile da via Dusmet, e area “commerciale”, ovvero quella con ingresso da via Acquicella Porto dalla zona del faro Biscari. Nessuna novità, quindi, per l’eventuale accesso ai ciclisti per raggiungere tramite l’area portuale il litorale Playa. La richiesta di un nuovo accesso, consentito fino al 2016, ovvero fino all’inaugurazione della nuova darsena commerciale nell’area Sud del porto, viene dal gruppo di attivisti Salvaiciclisti, che in un comunicato inviato alla stampa denunciano come non ci siano, al momento, movimentazioni di rilievo all’interno dell’area commerciale, mentre queste sono presenti all’interno dell’area turistica. La richiesta è stata sottoscritta da un grande numero di associazioni etnee dei settori più vari: Acquedotte, arte, architettura, aree urbane, AISMAC – malattie rare, A.R.S.E. Associazione per il Risparmio e la Sost. Energetica, Associazione Esperti Promotori della Mobilita Ciclistica, Associazione Guide Turistiche Catanesi, Associazione Mediterranea Autobus Storici, Associazione Shamofficine, A.S.D. e Culturale Ricreativa Società di Danza Catania, ASD Etna Free Bike Catania, CAI Catania, sezione dell’Etna, Catania Bene Comune, Catania in bici, CittàInsieme, Comitato Centro Storico Catania, Comitato Popolare Beni Pubblici e Comuni Stefano Rodotà Catania, Coop. Sociale Controvento, Cuore Animale, Etna e Dintorni, Federarchitetti Catania, FIAB Catania MontaInBike Sicilia A.S.D., FIAB Etnaviva, Fondazione Angelo D’Arrigo, Fondazione Èbbene, Fridays For Future Catania, Gammazita, Gar age, Greenways, ILab Catania, Inarsind Catania, Italia Nostra sezione di Catania, Legambiente Sicilia, Legambiente Catania, Lipu-BirdLife Catania, Mobilita Catania, Mobilità Sostenibile Catania, Pop Up Market Sicily, Rifiuti Zero Sicilia, Salvaiciclisti Catania, SiciliAntica sede di Catania, Sicily Cycle Lab Stelle e Ambiente Vivinstrada, WWF Sicilia Nord Orientale e Zero Waste Sicilia.

Distanza di un metro, mascherine, prenotazioni

Oltre ad imporre un orario anche per lo smontaggio degli arredi nei locali di ristorazione – mezz’ora oltre l’orario di chiusura fissato all’una -, rientrano nelle disposizioni anche quelle ormai generalmente utilizzate, ovvero l’utilizzo per il personale di dispositivi di protezione individuale, la disinfezione al termine di ogni consumazione dei tavoli e la facoltà per i gestori di misurare la temperatura ai clienti, impedendone l’accesso se questa è superiore ai 37,5 gradi centigradi. Per i clienti c’è invece l’obbligo di indossare la mascherina nel corso degli spostamenti all’interno delle aree dei locali, e si consiglia la prenotazione, valida per 14 giorni: i locali dovranno dare la priorità. Per lAutorità portuale “È fondamentale, in questo difficile momento in cui ci si avvicina a piccoli passi alla normalità, continuare a rispettare le regole di distanziamento sociale ed i divieti di assembramento, conciliandoli con la fisiologica necessità di riprendere le attività commerciali”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,945FansMi piace
511FollowerSegui
341FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli