fbpx

Petrolchimico di Priolo sito strategico. Confindustria sul Dpcm Meloni

Con l'attribuzione dell'interesse strategico, si apre una nuova fase per il polo industriale alle porte di Siracusa. Diego Bivona, presidente di Confindustria Siracusa, commenta: "Guardiamo con fiducia ad una transizione green"

“L’attribuzione al polo industriale siracusano del riconoscimento di ‘sito industriale di interesse strategico nazionale’, contenuta nel DPCM firmato dalla Presidente Meloni su proposta del Ministero delle Imprese, di concerto con il Ministero dell’Ambiente, consente di guardare al futuro con maggiore ottimismo, perché dà l’avvio ad una nuova fase che ridà fiducia alle imprese, con prospettive di investimenti per la decarbonizzazione dei processi, così come torna ad essere attrattivo il territorio per nuovi investitori”. Così Diego Bivona, presidente di Confindustria Siracusa commenta il risultato ottenuto per il territorio e per le aziende del Polo Industriale siracusano. Il citato DPCM, nel dichiarare di interesse strategico nazionale gli stabilimenti di proprietà della società Isab, nonché le infrastrutture necessarie ad assicurare la continuità produttiva degli stabilimenti, di fatto riconosce l’importanza strategica dell’intero polo industriale siracusano per la salvaguardia della continuità produttiva e dei livelli occupazionali.

“Valenza strategica per il Paese”

“Siracusa con il suo polo assume oggi una valenza strategica per il Paese, grazie alle imprese che negli ultimi anni hanno radicalmente cambiato il proprio rapporto con l’ambiente, senza far mancare l’approvvigionamento essenziale dei propri prodotti, mantenendo pressoché inalterati i livelli occupazionali, anche nei periodi più critici, come in occasione della recente pandemia”. “Ricordo infatti – continua il presidente di Confindustria Siracusa – che il polo industriale siracusano è l’unico in Italia ad essersi dotato di un Rapporto di Sostenibilità di sito che, oltre ad evidenziare le risorse finanziarie impegnate nel processo di miglioramento continuo, evidenzia i risultati ottenuti nelle singole matrici ambientali”.

“Transizione green con le imprese, non contro”

“Esprimo apprezzamento – continua Bivona – per l’attenzione e la tempestività con cui il Governo si è mosso nei confronti del polo industriale siracusano, grazie ad una azione corale e responsabile della Regione Siciliana, della deputazione nazionale e regionale, della Prefettura e delle forze sociali, senza dimenticare chi in questi anni si è tanto prodigato per evidenziare i pericoli cui stavamo andando incontro”. “Si apre oggi una nuova fase – conclude il presidente di Confindustria Siracusa, Bivona – la fase della transizione green, che si deve realizzare con le imprese e non contro le imprese. E’ necessaria una forte coesione e un leale confronto tra tutti gli attori sociali coinvolti, affinché non si ripetano gli errori del passato. Basta con le fake news e le posizioni ideologiche strumentali che negli anni  hanno penalizzato lo sviluppo e la crescita della nostra economia, non consentendo di realizzare investimenti in campo energetico di cui oggi il Paese ha assoluto bisogno”.   

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli