fbpx

Progetti Pnrr bocciati: i commercialisti siciliani “pronti ad aiutare”

Secondo la Conferenza regionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili serve "rafforzare la macchina" della pubblica amministrazione. E si dicono pronti a dare un supporto

La recente bocciatura dei 31 progetti presentati dall’assessorato regionale alle Risorse Agricole mette ancora una volta in risalto un tema, quello del rafforzamento della PA Regionale, da troppo tempo irrisolto. Come ha affermato l’assessore all’Energia Daniela Baglieri “ci sono stati dei pensionamenti, non ci sono giovani, l’età media dei dipendenti è molto elevata, quindi c’è un problema di competenze”. Da ciò risuona un altro allarme con vista sul Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Nei giorni scorsi l’assessore all’Economia, Gaetano Armao, ha chiesto l’aiuto di Roma, proponendo che alcuni dipendenti statali (500 circa) venissero in Sicilia a dare una mano. L’accordo Stato-Regione firmato da Conte e Musumeci il 14 gennaio scorso impone misure rigidissime: il turnover è vietato. Senza la possibilità di assunzioni, la coperta è diventata cortissima. E rischia di mandare in fumo il più grande investimento programmato per la Sicilia: i 20 miliardi circa del piano nazionale di ripresa e resilienza si uniranno ai 30 della Programmazione europea 21-27. Per un totale di 50 miliardi nei prossimi sei anni che rischiano di andare dispersi.

“Non ci uniamo al coro delle critiche”

La Conferenza Regionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili, scrive il coordinatore Maurizio Attinelli, “non vuole però unirsi al coro delle critiche che si sono levate ma intende, in questa sede, proporre una rapida ed immediata soluzione affinché la Regione Siciliana non perda le risorse del Pnrr, un’occasione irripetibile per modernizzare la nostra isola, avvicinandola al resto dello stivale”. Il Pnrr rappresenta in effetti un “ponte” economico ed infrastrutturale indispensabile per il futuro dei nostri figli, in assenza del quale siamo destinati ad assumere un ruolo sempre più marginale e a condannare la nostra economia ad un perenne sottosviluppo.

8.600 professionisti

In quest’ottica la Conferenza Regionale, alla stregua di quanto già fatto attraverso la Long List già operativa presso l’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Siciliana si rende immediatamente disponibile per fornire supporto specialistico alle PA che ne faranno richiesta, attraverso i propri iscritti. L’esperienza di supporto alla PA già maturata attraverso la già citata long list e grazie alla relativa convenzione, consente di attivare immediatamente più di 8.600 professionisti in grado di supportare la PA nella redazione dei documenti di politica industriale, nella definizione delle analisi SWOT territoriali, nella gestione delle istruttorie che, ad oggi, sovraccaricano gli Uffici Regionali pregiudicandone l’efficienza.

Veloci procedure di selezione da subito

La Conferenza Regionale è disponibile ad attivare sin da subito, veloci procedure di selezione in grado di individuare, tra i propri Iscritti, tutte le professionalità e le esperienze necessarie per fornire il supporto richiesto, avviando contemporaneamente i supporti formativi necessari. In più, i nostri professionisti, alcuni con esperienze ultraventennali in materia, possono supportare la PA nella gestione dei processi formativi indispensabili per eventuali nuovi assunti al fine di rendere ancora più efficace e veloce l’inserimento di fresche risorse all’interno dei quadri regionali. La Conferenza Regionale ritiene sia dovere civico di ogni cittadino siciliano contribuire ad un corretto utilizzo dei Fondi Europei e pertanto, nei prossimi giorni una specifica nota verrà inviata al Presidente della Regione ed a tutti gli assessori regionali per manifestare tale disponibilità.

- Pubblicità -
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
256FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli