fbpx

Regione, ok ai nuovi vertici dell’Istituto zooprofilattico. Fondi per il randagismo

La Regione ha approvato alcune misure sugli animali, come la nomina dei nuovi vertici dell'Istituto zooprofilattico e l'assegnazione delle risorse per il randagismo ai Comuni

Giornata di decisioni in materia di animali per la Regione siciliana, dall’Istituto zooprofilattico al randagismo. Anzitutto, in ambito sanitario e alimentare la Giunta ha approvato, su proposta del presidente, la nomina di Francesca Di Gaudio a direttore generale dell’Istituto sperimentale zooprofilattico di Sicilia. Approvati anche i quattro componenti del consiglio di amministrazione. Di Gaudio è docente di Chimica e Biochimica nella Scuola di medicina e chirurgia di Palermo dal 1999. Nonché direttore dell’unità operativa divisione Controllo qualità e rischio chimico dell’Ospedali riuniti “Villa Sofia Cervello” di Palermo. 

Istituto zooprofilattico, i nuovi vertici

La sua nomina, precisano dalla Regione, dovrà ottenere l’assenso del ministero della Salute. Per andare, poi, in Assemblea regionale per il parere della sesta commissione. I membri del Cda dell’Istituto sui quali la giunta ha espresso oggi l’assenso sono Giuseppe Licitra, designato dal presidente della Regione, Lorenzo Pace, Vito Biondi, su designazione dell’assessore alla Salute, Antonio Proto, indicato dall’assessore all’Agricoltura, e Maria Barreca, designata dal ministero della Salute. Anche su queste nomine dovrà esprimere un parere la commissione dell’Ars.

Regione, le risorse per il randagismo

Oltre alle nomine all’Istituto zooprofilattico, per quanto riguarda gli animali in senso più ampio la Regione ha erogato cinque milioni di euro ai Comuni per coprire le spese sostenute nel corso del 2023 per la prevenzione e gli interventi contro il randagismo. Il decreto di assegnazione è stato emanato di concerto tra l’assessore regionale alle Autonomie locali e quello all’Economia. L’intervento, introdotto dalla legge regionale 15 del 2022, è stato finanziato dall’attuale governo. 

L’elenco dei Comuni beneficiari

Le somme erogate sono state parametrate alla spesa effettuata nel 2022, rientrano nell’ambito della ripartizione del Fondo autonomie locali. Esse sono state assegnate ai Comuni quale quota parte dei costi affrontati per l’ospitalità della popolazione canina nelle strutture di ricovero e custodia, sia pubbliche che private convenzionate, sulla base dei dati attestati. A questo link l’elenco dei Comuni e le singole assegnazioni.


- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli