fbpx

Rimodulazione Pnrr, Cisl Sicilia a Schifani: “Riunisca il tavolo regionale”

Il sindacato lancia un appello al governatore Schifani: "Riunisca il tavolo di partenariato con Anci e sindacati per un focus sulle risorse e sulle linee di intervento. Su un tema così importante il confronto deve essere costante"

La rimodulazione del Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, presentata all’Unione europea dal governo Meloni e in attesa di una eventuale approvazione o bocciatura, diventa ogni giorno più un caso politico. Sono decine i miliardi di euro di tagli, che andranno a incidere anche su molte opere in Sicilia, dall’efficientamento energetico nei Comuni ai Piani urbani integrati, passando per i beni confiscati alla mafia. “Apprendiamo da notizie di stampa di una proposta di revisione del Pnrr, che prevede sostanziali novità per la Sicilia. Alla luce di questa possibile rimodulazione, il presidente della Regione, Renato Schifani, riunisca nel più breve tempo possibile il tavolo per la governance condivisa del Pnrr e del piano degli investimenti complementari”. Lo dichiara il segretario generale della Cisl Sicilia, Sebastiano Cappuccio.

Leggi anche – Pnrr: con la revisione addio a progetti su territorio ed energia. Cosa cambia

“Indispensabile il confronto con le parti sociali”

Il segretario di Cisl Sicilia aggiunge: “Leggiamo di ipotesi come quelle relative alle Zes, sulle risorse destinate alle infrastrutture e sul settore energetico. È ovvio che su temi così importanti è indispensabile il confronto con le parti sociali, tanto che a marzo scorso Cgil, Cisl e Uil Sicilia e l’Anci hanno sottoscritto con il governo regionale, un protocollo d’intesa specifico di partenariato. Il presidente Schifani ci convochi al più presto”, conclude Cappuccio.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

24,800FansMi piace
691FollowerSegui
392FollowerSegui
652IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli