fbpx

Scuola. Cobas contesta gli accorpamenti di Catania e Caltagirone

Il sindacato teme decisioni politiche sugli accorpamenti e non scelte compiute pensando ai bisogni delle scuole di Catania e Caltagirone

Cobas Scuola Catania contesta gli accorpamenti. In provincia di Catania 19 scuole sono state ridimensionate o accorpate e ogni istituto rimasto ospiterà in media 1008 alunni. A Palermo se ne contano 950 per scuola. Cobas Scuola Catania lo denuncia come conseguenza degli ultimi provvedimenti presi dall’assessorato regionale all’Istruzione. Il sindacato ha messo in evidenza le difficoltà che sconteranno due istituti scolastici a Catania e a Caltagirone.

Quali criteri hanno portato alle decisioni?

“In particolare sorprende il trattamento riservato all’ITAER “A. Ferrarin” di Catania e all’IC “M. Montessori” di Caltagirone – spiega il sindacato -. Il primo, che ha valore storico, è stata accorpato alla scuola “Duca degli Abruzzi“, ovvero l’istituto nautico. “Siamo in attesa di leggere il verbale della Conferenza per capire i criteri che hanno portato a questa decisione. Certo se dovessimo rifarci a quanto letto delle dichiarazioni dell’assessore Guzzardi sulla stampa è legittimo nutrire più di un dubbio sulla decisione”. Il sindacato è a conoscenza di un numero maggiore di iscritti negli istituti interessati. Sarebbero 565 e non 400. Per questo Cobas crede che “la decisione sia stata dettata da altre esigenze e non da quella di garantire il buon funzionamento della rete scolastica”.

Smembrata una scuola con più iscritti

Cobas Scuola considera “altrettanto incomprensibile” la dinamica che ha interessato l’Ic “Gobetti” che conta 600 iscritti. “invece di procedere all’accorpamento dell’Istituto Comprensivo con un minor numero di studenti, è stato smembrato e accorpato l’”IC Montessori” (circa 700 alunni). “È necessario che l’assessorato regionale all’Istruzione risponda di queste scelte – dichiara il sindacato – fugando i dubbi che siano state determinate esclusivamente da “priorità politiche“. Scelte che, ribadiamo, non faranno altro che peggiorare le condizioni dei lavoratori della scuola, degli studenti e delle famiglie”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli