fbpx

Supporto per la formazione e il lavoro (Sfl), le parti in causa fanno rete

Il Palazzo degli Elefanti è stato teatro dell'incontro tra rappresentanti dell'Inps, dei centri per l’impiego, dei patronati e del Comune di Catania. Oggetto della riunione era il nuovo sussidio Sfl, ovvero il Supporto per la formazione e il lavoro. Una misura che, a pochi giorni dall'avvio, fa già il record di richieste. Ecco perché le parti in causa hanno scelto di fare rete.

Il nuovo sussidio per chi è considerato “occupabile”, il Supporto per la formazione e il lavoro (in breve, Sfl) è stato oggetto di un recente incontro avvenuto al Comune di Catania. Il contributo è già molto richiesto, infatti a meno di 24 ore dal suo debutto online del 1 settembre, sono pervenute più di 4mila domande. A parlarne, per promuovere “cooperazione, integrazione e sinergia” tra le parti sono stati l’assessore alla Famiglia, alle Politiche sociali e all’Inclusione, Bruno Brucchieri, i referenti per l’Inps, Domenico Falzone, e il Centro per l’impiego, Manuela Mantineo, e i direttori provinciali degli enti di Patronato di Catania. L’iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione comunale. Lo scopo dell’incontro era “avere certezza sull’avvio e sull’attivazione dei corsi di formazione che permetteranno l’accesso al nuovo ammortizzatore Sfl”, come si legge dalla nota del Comune di Catania. Ma c’è anche un’altra ragione, come chiarito dall’assessore Brucchieri: “L’incontro nasce dall’esigenza effettiva di una stretta collaborazione con gli enti di Patronato e per una strategia capillare di comunicazione su tutto il territorio. Oggi prende vita una rete di dialogo tra Inps, Centro per l’impiego, Patronati e Comune di Catania, quali attori delle misure a sostegno del reddito per le fasce sociali più deboli“.

Leggi anche – Reddito di Cittadinanza, 169 mila famiglie escluse. Cosa sono Adi ed Sfl

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

2 Commenti

  1. Siamo affamati, fine luglio è arrivato Il famoso SMS con cui, veniva sospeso il RDC,ora siamo arrivati a novembre e ancora non sé né parla di iniziare i corsi e quindi le famose 350€ c’è lì possiamo dimenticare è una vergogna siamo alla fame,io sono single mi sono morti i genitori mi hanno tagliato il RDC sono alla fame aiuto!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli