fbpx

Sicilia, nuova allerta arancione per il maltempo martedì 29 novembre

Nuovo "preallarme" in tutta l'Isola a causa di possibili temporali. Il nuovo bollettino della protezione civile prescrive "particolare attenzione nelle aree urbane" e "in prossimità dei corsi d'acqua"

Dopo ventiquattro ore ritorna l’allarme meteorologico in Sicilia. Nel nuovo bollettino diffuso dalla Protezione civile regionale, il numero 5045 valido dalle ore 16 di oggi e per tutta la giornata di martedì 29 novembre, ritorna infatti “l’allerta arancione” in tutta l’Isola. Sono previste proprio nella giornata di domani “precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati moderati sui settori sud-orientali e versanti ionici, da deboli a puntualmente moderati sulle restanti zone”. Particolare attenzione inoltre per le Isole Eolie, dove è previsto “cielo generalmente molto nuvoloso, con locali precipitazioni associate, sottoforma di piovaschi o qualche breve rovescio temporalesco”, che si accompagnano a mari molto mossi, in particolare “lo Stretto di Sicilia e localmente il Tirreno tendenti a molto mosso lo Ionio”. Previste inoltre abbondanti nevicate al di sopra del 1400 metri d’altitudine.

Leggi anche – Maltempo, sabato 26 e domenica 27 novembre allerta arancione in Sicilia

Per domani rischio idrogeologico “arancione”

L’allerta arancione prescrive “particolare attenzione nelle aree urbane” e “in prossimità dei corsi d’acqua”. Il bollettino non prescrive per oggi condizioni particolarmente critiche per il rischio idreogeologico, in “verde” per la Sicilia orientale e in “giallo” per l’occidentale ma queste arrivano a livello “arancione” per domani. A poche ore dalla tragedia di Ischia, la protezione civile ricorda come “in presenza di condizioni strutturali inadeguate dei corsi d’acqua e delle reti fognarie e in caso di beni ubicati in prossimità o all’interno di zone vocate al dissesto idrogeologico e idraulico, le criticità possono manifestarsi in maniera più gravosa a prescindere dai quantitativi previsti e/o reali di pioggia”.

Schifani: “Pronto a dichiarare stato calamità”

Solo 24 ore fa inoltre il presidente della Regione siciliana Renato Schifani, commissario straordinario per il dissesto idrogeologico che in Sicilia riguarda almeno il 7 per cento del territorio, dichiarava come fosse pronto a richiedere “lo stato di calamità”. “Sono in stretto e continuo contatto con il capo della Protezione civile regionale Salvo Cocina e seguo da vicino l’evolversi della situazione relativa al maltempo nella Sicilia sud-orientale. Mi riservo, una volta avuta la relazione sui danni, di dichiarare lo stato di calamità per quelle zone”, le dichiarazioni di Schifani. “La Regione – ha proseguito il governatore – ha dato, inoltre, la propria disponibilità a prestare supporto, con uomini e mezzi, alla Protezione civile nazionale per la tragedia avvenuta nell’Isola di Ischia. Alla comunità campana – conclude Schifani – va la solidarietà e la vicinanza mia personale e di tutto il popolo siciliano. Alle famiglie delle vittime il cordoglio più sincero”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

21,128FansMi piace
511FollowerSegui
350FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli