fbpx

Sicilia, arriva lo stato d’emergenza per gli incendi del 2023. Da Roma sei milioni

La somma stanziata è di 6,1 milioni di euro, che serviranno a riparare i danni degli incendi e delle ondate di calore che a partire dal 23 luglio 2023 hanno interessato la Sicilia

Via libera dal Consiglio dei ministri allo stato di emergenza per 12 mesi per gli incendi che l’estate scorsa hanno colpito la Sicilia. La somma stanziata è di 6,1 milioni di euro, che serviranno a riparare i danni dei roghi e delle ondate di calore che a partire dal 23 luglio 2023 hanno interessato l’Isola. A darne notizia il ministro della Protezione civile Nello Musumeci. “Il Governo ha deliberato, su mia proposta, lo stato di emergenza per 12 mesi nei territori delle province di Catania, Messina, Palermo e Trapani. A seguito dei gravi incendi e dell’eccezionale ondata di calore che si è verificata a partire dal 23 luglio dello scorso anno“.

I dettagli dello stato d’emergenza

“Il provvedimento”, ha aggiunto Musumeci, “è stato reso possibile dopo che la Regione siciliana ha richiesto e ottenuto a dicembre dai Comuni interessati – e trasmesso al dipartimento nazionale di Protezione civile – la nuova documentazione, necessaria alla quantificazione delle risorse da definire. Lo stanziamento previsto dagli uffici romani, anche a seguito di sopralluoghi effettuati nell’Isola dai tecnici inviati dal dipartimento, è di sei milioni e 100 mila euro, a valere sul Fondo per le emergenze nazionali. La somma sarà utilizzata dalla Regione per finanziare i primi interventi, effettuati nella vigenza dello stato di emergenza. La collaborazione leale tra le istituzioni porta sempre a buoni risultati. Dopo sei mesi di sterile confronto, alla fine il mio invito rivolto alla Regione a richiedere e trasmetterci i documenti in possesso dei Comuni ci ha consentito di definire la procedura, nel rispetto assoluto della legge”.

L’impatto degli incendi sulla Sicilia

Un plauso per la decisione del governo è arrivato dal presidente della Regione siciliana Renato Schifani. “Siamo soddisfatti per l’obiettivo raggiunto perché la Protezione civile nazionale ha rivisto la propria posizione iniziale di diniego sullo stato di emergenza, sulla scorta dell’ulteriore documentazione inviata dalla Regione“, ha detto il governatore. “Si tratta di un’anticipazione di risorse che serviranno per finanziare i primi interventi. Effettuati in somma urgenza nell’immediatezza degli incendi che hanno devastato varie province dell’Isola nella scorsa estate. Comprese le somme per l’alloggio degli evacuati, il ripristino di reti idriche e fognarie, della viabilità e la rimozione dei rifiuti combusti”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli