fbpx

Specializzazione docenti di sostegno, Gilda: “Ritardi e disagio”

Per il sindacato la pandemia ha fatto emergere la "generale incapacità organizzativa", ma anche "l’assenza di dialogo tra scuola e università"

L’emergenza Covid ha messo in difficoltà le università italiane nella gestione delle procedure di selezione per l’accesso ai bandi per i docenti di sostegno. La conclusione ritardata delle selezioni sta imponendo lo slittamento dell’avvio dei nuovi corsi di specializzazione. Secondo Giorgio La Placa, coordinatore di Gilda Catania, “emergono le criticità delle attuali modalità di formazione relative al Tfa, sottolineate dal particolare momento di emergenza. Non possono naturalmente trovare giustificazione. Risultiamo ancora impreparati nella formazione di figure essenziali per il sostegno degli alunni più deboli”. In Sicilia gli atenei sono ancora alle prese con le prove selettive orali. Fatta eccezione per Palermo, favorita da una deroga scaduta il 24 gennaio scorso, le altre università non hanno ancora pubblicato le graduatorie definitive, necessarie perché i docenti possano effettuare la richiesta di 150 ore di diritto allo studio. Gli insegnanti, specie se precari, saranno così costretti a gestire orari di lavoro e di studio fruendo di pochi permessi non retribuiti, o saranno costretti a dimettersi per concludere la formazione.

“Incapacità organizzativa”

“La recente nota ministeriale”, precisa La Placa, “che in deroga alla normativa consente di abbreviare per l’anno in corso i percorsi di specializzazione sul sostegno al di sotto dei cinque mesi, è l’espressione del disagio e dei ritardi presenti su tutto il territorio nazionale. È tempo di aprire a tutti gli interessati la possibilità di conseguimento del titolo di specializzazione sul sostegno, rispondendo così alle carenze di organico. Questa è la dimostrazione della generale incapacità organizzativa e dell’assenza di dialogo tra scuola e università. Oggi la richiesta di docenti specializzati è in aumento, non è più ammissibile convivere con le difficoltà di comunicazione tra le Usr e le Università che organizzano i Tfa”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli