fbpx

Anche Noi Albergatori Siracusa contro la nuova tassa di soggiorno. “Pura follia”

Il nuovo regolamento sulla tassa di soggiorno approvato dal consiglio comunale a Siracusa non piace agli albergatori e ha registrato una nuova presa di posizione contro dopo quella della sezione turismo ed Eventi di Confindustria Siracusa

Il nuovo regolamento sulla tassa di soggiorno turistica approvata dal Comune di Siracusa non piace agli albergatori. Dopo la presa di posizione della sezione turismo ed Eventi di Confindustria Siracusa anche Noi albergatori (associazione degli alberghi siracusani) si è espressa contro, e in maniera unanime, sul nuovo regolamento approvato dalla maggioranza del consiglio comunale. Il presidente Giuseppe Rosano ha definito il provvedimento “pura follia”, chiesto di mettere in pausa la delibera e proposto un incontro urgente con l’amministrazione.

Siracusa, costo imposta di soggiorno può raddoppiare

“Ciò a cui siamo assolutamente contrari è anzitutto la scelta di far pagare una percentuale in base, non soltanto alla tariffa della camera, ma anche ai servizi aggiuntivi quali: piccola colazione, pasti, ecc”. Solo altri comuni in Sicilia hanno promosso lo stesso tipo di tassazione ha fatto notare Rosano, evidenziando il rischio di vere raddoppiato il costo dell’imposta di soggiorno per il turista. “Una pura follia! Se così fosse, a conti fatti, andrebbe pressoché a raddoppiare il costo dell’imposta di soggiorno, tant’è che questa scelta è stata adottata soltanto da pochi Comuni siciliani e limitatamente agli affitti brevi, non certo in riferimento agli alberghi“.

La nuova tassa disincentiva i soggiorni lunghi

Ma a non convincere Noi albergatori Siracusa è pure la tassazione estesa non a 4 bensì a 7 pernottamenti consecutivi. “Altra follia! Una decisione, che finirebbe per ridurre, anziché incrementare, il numero dei pernottamenti a Siracusa, a vantaggio di destinazioni più appetibili ed economiche – ha detto Rosano – Davvero assurdo, dopo anni in cui Noi albergatori Siracusa ha tanto faticato per aumentare la permanenza media così cara proprio al sindaco Francesco Italia”. Per questo motivo il presidente di Noi albergatori Siracusa ha chiesto di mettere in pausa la delibera e ha proposto un incontro urgente con l’amministrazione comunale. L’associazione tema che il Comune voglia “fare cassa” aumentando le imposte sull’attività turistica. “Come associazione reputiamo pertanto inaccettabile, e lo disconosce anche il Legislatore nazionale, che si ricorra ai turisti per aggiustare il bilancio di esercizio e sostenere i costi di normale spesa per ogni Comune” ha concluso il presidente di Noi Albergatori Siracusa.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli