fbpx

Quaranta comuni siciliani hanno già detto no al 5G

Due sono capoluoghi: Enna e Messina. Nella provincia dello Stretto, un centro su sette ha fermato la nuova tecnologia. E anche Palermo ha, di fatto, adottato una linea simile

Quaranta comuni siciliani hanno già detto “no” al 5G. Il rifiuto (momentaneo) della sperimentazione e dell’installazione delle nuove tecnologie di rete è passato quasi sempre dalle ordinanze dei sindaci. In un caso, Lucca Sicula (in provincia di Agrigento) è stata approvata una delibera di giunta. Tutti i provvedimenti hanno la stessa linea: le scelte sono “precauzionali” perché non ci sarebbero conferme sul fatto che il 5G sia innocuo. Un ragionamento al contrario, visto che non c’è alcuna prova che le reti (e le nuove frequenze che utilizzano) abbiano un impatto sulla salute. Eppure, questo un approccio a metà tra l’anti-scientifico e la sindrome nimby, si sta diffondendo in tutta Italia: con centinaia di adesioni, molte delle quali firmate proprio nei mesi di lockdown, mentre si diffondeva la bufala del legame tra 5G e coronavirus.

Cosa sta succedendo nei capoluoghi

In Sicilia, i centri “stop 5G” sono in gran parte piccoli. Ma ci sono anche due capoluoghi di provincia: Messina (con un’ordinanza del 27 aprile) ed Enna (con una del 19 maggio). Seppur senza atti concreti, il tema è arrivato anche a Catania e Palermo. Il comune etneo ha approvato una mozione che raccomanda maggiore attenzione sui possibili effetti sanitari. A Palermo è partita l’installazione delle antenne, ma la loro attivazione è tutt’altro che certa. All’inizio di maggio, Sabrina Figuccia (Udc) ha presentato un’interrogazione e, nei giorni scorsi, Igor Gelarda (Lega) ha chiesto maggiore chiarezza. Il sindaco Leoluca Orlando ha spiegato che ““nessun impianto 5G sarà attivato fin quando chi ha la competenza e l’autorità per farlo non dirà che non ci sono rischi per la salute”. Insomma: non c’è un’ordinanza, ma il principio dell’inversione della prova è arrivato anche a Palermo. Potrebbe essere un problema: l’approccio che chiede “prove certe”, se applicato in modo rigido, potrebbe bloccare tutto. Perché un margine di incertezza al quale appigliarsi si troverebbe sempre. Solo per fare un esempio: adottando lo stesso principio, gli smartphone non si sarebbero mai diffusi. Non ci sono prove che provochino tumori al cervello, come sottolinea la stessa Airc (l’Associazione italiana ricerca sul cancro), ma alcuni studi hanno mostrato risultati “discordanti”.

Messina: un comune su sette è “no 5g”

La provincia dove l’opposizione al 5G ha avuto più successo è Messina. Sono infatti 15 i comuni che hanno deliberato il blocco. Vuol dire che nella provincia delle Stretto un municipio su sette ha detto no. Oltre al capoluogo, sono Novara di Sicilia, Merì, Pace del Mela, Patti, Rodì Milici, Spadafora, Torrenova, Villafranca Tirrenica, Saponara, Sant’Angelo Broco, Falcone, Furnari, Giardini Naxos e Castelmola. In provincia di Siracusa, i centri “stop 5G” sono sei. Spicca Noto, affiancato da Capo Passero, Rosolini, Palazzolo Acreide, Canicattini Bagni e Buscemi. Sono cinque quelli ennesi: oltre al capoluogo, Agira, Leonforte, Nicosia e Troina. Cinque le ordinanze emesse anche in provincia di Palermo: a Cefalù, Collesano, Altavilla Milicia, Polizzi Generosa e Piana degli Albanesi. Seguono, con quattro comuni ciascuna, le province di Agrigento (Sant’Angelo Muxaro, Naro, Cammarata, Lucca Sicula) e Catania (Paternò, Piedimonte Etnea, Calatabiano, Aci Castello). Solo una ordinanza in provincia di Caltanissetta, a Delia. Restano invece vergini Ragusa, Trapani.

- Pubblicità -
Paolo Fiore
Leverano, 1985. Leccese in trasferta, senza perdere l'accento: Bologna, Roma, New York, Milano. Ho scritto o scrivo di economia e innovazione per Agi, Skytg24.it, l'Espresso, Startupitalia, Affaritaliani e MilanoFinanza. Aspirante cuoco, sommelier, ciclista, lavoratore vista mare. Redattore itinerante per FocuSicilia.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
265FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli