fbpx

Treni in Sicilia, Regione firma nuovo contratto con Trenitalia. Cosa prevede

Tra i punti del nuovo contratto di servizio per i treni della Sicilia, dicono dalla Regione, "un potenziamento delle infrastrutture e una riduzione del costo dei biglietti"

La Regione siciliana e Trenitalia sottoscriveranno un nuovo contratto di servizio per la gestione dei treni regionali e locali, valido dal 2024 al 2033. Il governo regionale guidato da Renato Schifani ha approvato la proposta proposta dell’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità, Alessandro Aricò, che dà via libera al nuovo contratto, con la formula dell’aggiudicazione diretta. Tra i punti dell’accordo, dicono da palazzo d’Orléans, “un sensibile incremento dei servizi, un potenziamento delle infrastrutture e dei convogli e una riduzione del cinque per cento del costo dei biglietti”.

Schifani: offerta migliore per qualità e quantità

“Il nuovo contratto di servizio”, ha detto il presidente della Regione, Renato Schifani, “è strutturato in funzione della crescita dell’offerta sia in termini di quantità che di qualità e guarda anche al potenziamento della rete e all’arricchimento della flotta di treni sui quali stiamo investendo in maniera significativa. Contiamo di offrire una valida alternativa per gli spostamenti regionali ai siciliani e ai turisti, ma anche a chi deve trasportare merci grazie all’alta capacità”. 

Cosa prevede il nuovo contratto di servizio

Il contratto prevede un incremento dei servizi, attraverso l’attivazione di nuove linee e il potenziamento di quelle esistenti. Si passerà dagli attuali 10,9 milioni di “chilometri treno” ai circa 13,7 milioni previsti per il 2033. Nel complesso, per i prossimi 10 anni il contratto avrà un costo di 1,5 miliardi di euro. Previsto, inoltre, un ulteriore investimento regionale di oltre 300 milioni per l’acquisto di 23 nuovi treni, tra i quali quelli che viaggeranno sulla Palermo-Catania a 200 km/h, e sei nuovi convogli a doppio piano da impiegare sulle linee a maggiore richiesta commerciale. 

Treni in Sicilia, “offerta sensibilmente migliorata”

“Questo nuovo contratto di servizio”, ha aggiunto l’assessore Aricò, “ci consentirà di ottenere grandi risultati e di migliorare sensibilmente la mobilità in Sicilia. Dal primo gennaio, per esempio, il costo previsto dei biglietti subirà una riduzione del 5 per cento e resterà invariato per i prossimi quattro anni. Inoltre, incrementiamo la sicurezza sui treni, grazie alla collaborazione con le forze di polizia che, registrandosi su un’apposita applicazione, continueranno a viaggiare gratis e assicureranno la propria assistenza al personale a bordo. Ringrazio gli uffici del dipartimento regionale e quelli di Trenitalia per l’ottimo lavoro svolto, che ci ha permesso di tagliare questo traguardo in tempi rapidi”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli