fbpx

Ugl Chimici e 3Sun. Pace fatta dopo lo sciopero di dicembre

Rientrata la tensione tra il sindacato e la direzione dell'azienda dopo lo sciopero di dicembre. Incontrato il neo responsabile della gigafactory "3Sun", Stefano Lorenzi, i dirigenti di Ugl Chimici Catania si sono detti pronti a collaborare

Le sigle sindacali, tra cui Ugl Chimici, hanno incontrato a Catania il neo responsabile della gigafactory “3Sun” di Enel Green Power, Stefano Lorenzi. Da poco insediato dopo la nomina da parte di Enel. Un appuntamento conoscitivo, nel corso del quale si è discusso del futuro della gigafactory dopo le ultime vicende e le indiscrezioni trapelate rispetto le nuove strategie pianificate dall’azienda. A dicembre dello scorso anno i lavoratori aderenti al sindacato avevano scioperato davanti l’ingresso della fabbrica per chiedere rassicurazioni sul futuro della più grande fabbrica di pannelli fotovoltaici d’Europa

Ugl Chimici Catania: “Riunione edificante”

“È stata una riunione edificante quella che il dottor Lorenzi ha voluto organizzare, prima di tutto per presentarsi a noi interlocutori di parte sindacale e poi per ascoltare alcune nostre riflessioni. Ha contribuito a diradare i dubbi che ci siamo posti e che abbiamo già evidenziato nei mesi scorsi”, ha dichiarato il segretario provinciale della federazione Ugl Chimici, Carmelo Giuffrida. Giuffrica ha partecipato al meeting insieme al segretario regionale Raffaele Loddo e ad alcuni componenti del direttivo aziendale del sindacato. Ugl Chimici, nei mesi scorsi aveva chiesto di conoscere le prospettive dell’ingente investimento annunciato sulla 3Sun. “Finalmente dal nostro nuovo interlocutore e dal responsabile delle risorse umane Stefano Pallini, che ringraziamo per la cordialità nell’averci accolto, abbiamo avuto le risposte che cercavamo a garanzia delle opportunità per l’occupazione e l’economia del nostro territorio”. Entro il mese di febbraio – spiega il sindacato – sarà completato l’iter per l’immissione in servizio di 140 unità già selezionate, che si andranno a sommare al personale assunto nel 2023. In primavera sarà avviata la produzione e dalla fine di gennaio inizieranno i turni di lavoro h24 nell’area operations” ha specificato Giuffrida.

Il sindacato dà l’ok al subentro di investitori esteri

“Sul fatto che potrebbe esserci, nel giro di qualche anno, la cessione di una rilevante quota azionaria in favore di altre multinazionali (indiscrezioni dei media hanno riportato il probabile interesse da parte di NextEnergy e di Ikea) – ha dichiarato il sindacato – come Ugl Chimici abbiamo ribadito a chiare lettere che, pur non essendo affatto contrari, l’arrivo a Catania di nuovi capitali non deve snaturare l’impegno assunto da Enel Green Power che però deve mantenere il controllo di maggioranza per assicurare l’investimento nella fabbrica del sole catanese. Comprendiamo che la società stessa e la programmazione immaginata devono fare i conti quotidianamente, non solo con un mercato in continua evoluzione a livello tecnologico, ma anche con la presenza sullo stesso di concorrenti (che principalmente producono nell’area asiatica) che viaggiano chiaramente su livelli di costi di gran lunga inferiori. In tutto ciò – conclude Giuffrida – noi della Ugl siamo pronti continuando ad operare”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli