fbpx

Visite convenzionate, Cimest: budget agli sgoccioli, stop da metà maggio

Cimest lancia l'allarme sulle risorse statali per le visite convenzionate, che secondo il Coordinamento stanno per finire. Vertice con l'assessore regionale alla Sanità Giovanna Volo

Sospenderemo i nostri servizi il prossimo 15 maggio, quando si esaurirà il budget provvisorio assegnato“: lo hanno detto i rappresentanti del Cimest, Coordinamento intersindacale medicina specialistica di territorio, a margine di un incontro con l’assessore regionale alla salute, Giovanna Volo. Sul tavolo, le risorse statali per le visite convenzionate, che secondo il coordinamento sarebbero agli sgoccioli. L’assessore avrebbe mostrato un “atteggiamento ostile”, e sul piano pratico avrebbe fornito “solo numeri senza significato“. Da qui la decisione di sospendere il servizio a metà maggio. “Ma daremo vita anche ad altre iniziative come, ad esempio, una manifestazione di piazza“, scrivono i rappresentanti dei medici. “Sono in gioco non solo la salute dei siciliani ma anche i posti di lavoro del personale in forza agli ambulatori privati che questa situazione pone a forte rischio”.

Visite specialistiche, il punto di Cimest

All’incontro, che si è tenuto nella sede dell’assessorato regionale a Palermo hanno partecipato il presidente del Cimest Salvatore Calvaruso e i coordinatori Domenico Garbo e Salvatore Gibiino. “Il direttore strategico ha presentato un conteggio assolutamente insufficiente ma, in ogni caso, l’assessore ha bloccato tutto escludendo di fatto i Medici Specialisti Convenzionati Esterni dalla prevenzione secondaria e terziaria“, si legge in una nota. “Anche la richiesta del numero e dell’entità economica delle prestazioni da parte del settore pubblico, per parametrarlo con i numeri sia come prestazioni sia dal punto di vista economico del privato, non ha avuto alcuna risposta. Lo scopo di questa richiesta aveva l’obiettivo che, una volta per tutte, i cittadini potessero sapere come la Regione siciliana spende i soldi dati dallo Stato per le visite specialistiche”.

Nuovo incontro l’otto maggio

“In collaborazione con il Codacons, informeremo i cittadini del loro diritto ad avere rimborsate dalle Asp le prestazioni che non possono essere erogate entro i tempi di attesa“, scrivono ancora Calvaruso, Domenico e Gibiino. “Ricordiamo all’assessore Volo che un suo predecessore aveva scritto nel Piano Sanitario Regionale che i Medici Specialisti Convenzionati Esterni sono una risorsa irrinunciabile per l’intero sistema sanitario siciliano. L’intera categoria chiede un immediato intervento personale del presidente Renato Schifani affinché moderi il suo assessore che non si può permettere di offenderci”. Un’ulteriore riunione in assessorato, informano dal Coordinamento, è prevista il prossimo otto maggio.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli