fbpx

Zona industriale di Catania. Incontro con la Regione il 26 febbraio

"Stiamo finalmente entrando nel concreto di interventi che considero essenziali per lo sviluppo della zona industriale" ha detto il sindaco Enrico Trantino dopo aver incontrato il Commissario dell’Irsap di Catania Marcello Gualdani. Giorno 26 febbraio si terrà, a distanza di sette mesi, l'incontro con l'assessore Edy Tamajo

Lunedì 26 febbraio il sindaco di Catania Enrico Trantino e l’assessore alle Attività Produttive Edy Tamajo si incontreranno per discutere gli interventi da compiere nella Zona Industriale di Catania. 197 telecamere per la videosorveglianza, la messa in sicurezza di 13 strade interne sono già in programma grazie ai fondi del Patto per la Sicilia. Dall’incontro con la regione nascerà un cronoprogramma di ulteriori interventi di riqualificazione. Come dichiarato dal sindaco Trantino, il Comune di Catania ha scelto di avviare una progettualità che coinvolgerà anche le aziende più importanti della Zona industriale di Catania. Il prossimo 26 febbraio alle ore 15,00 nel palazzo della Regione (ex Esa), si svolgerà un vertice operativo con l’assessore Tamajo, in sinergia con l’Irsap, anche alla luce dei nuovi insediamenti industriali e produttivi che stanno allargando l’area di attività operative nel sito produttivo etneo.

Zona industriale di Catania: telecamere h24

Nei giorni scorsi, ha comunicato l’amministrazione, il Commissario dell’Irsap di Catania Marcello Gualdani, a nome del presidente della Regione, ha comunicato al sindaco Trantino e all’assessore comunale alla Sicurezza Alessandro Porto l’avvio dell’installazione di 197 telecamere. Saranno collegate alla Polizia di Stato e sorveglieranno la Zona industriale 24 ore su 24. Questo per aumentare la sicurezza dell’area. L’iniziativa si colloca nell’ambito di un piano regionale più ampio per aumentare che riguarda anche altri distretti produttivi della Regione.

Fondi del Patto per la Sicilia per il restyling degli assi viari

Un altro passo in avanti per migliorare la funzionalità del sito produttivo etneo, viene inoltre compiuto con l’avvio dei lavori, attesi da decenni dagli operatori, per il restyling dei principali assi viari dissestati. Avverranno sulla scorta di un appalto integrato alla progettazione di 8,62 milioni di euro di fondi comunitari del Patto per la Sicilia. Un intervento promosso già nel 2021 dalla giunta dell’ex sindaco Pogliese, attuato dall’assessorato ai lavori pubblici retto da Sergio Parisi. L’investimento servirà per il rifacimento della pavimentazione di strade e marciapiedi e un adeguamento dello spazio pubblico ai nuovi di criteri di sicurezza nelle contrade i cosiddetti “Blocchi”, Giancata, Passo Martino e Torrazze, in cui è suddivisa la zona industriale. L’obiettivo dei lavori è quello di realizzare interventi per migliorare la viabilità e accrescere la sicurezza della circolazione veicolare e pedonale lungo alcuni tratti stradali delle aree di sviluppo, prevalentemente utilizzate da mezzi pesanti anche a pieno carico, attualmente dissestate e pericolose.

Il sindaco Enrico Trantino: “Trasformazione virtuosa”

“Stiamo finalmente entrando nel concreto di interventi che considero essenziali per lo sviluppo della zona industriale – ha detto il sindaco Enrico Trantino -. Stiamo assistendo a una trasformazione virtuosa del più importante sito produttivo della Sicilia e bisogna essere all’altezza delle sfide”. Una Zona industriale moderna contribuirà a migliorare la produzione presente e quella futura. “Per creare nuova occupazione e attrarre sempre nuove occasioni di sviluppo, anche per questo nei mesi scorsi ho deciso di trattenere la delega alla zona industriale. Un obiettivo – ha aggiunto Trantino – che stiamo perseguendo insieme alle organizzazioni datoriali e sindacali, perché questo sito produttivo ricostruisca un tessuto di funzionalità adeguato ai crescenti bisogni di efficienza”.

- Pubblicità -
Chiara Borzì
Chiara Borzì
Sono una giornalista specializzata nei temi di economia, impresa, ambiente, cultura e sport. Attualmente dottoranda di ricerca e cultrice della materia di "Storia Contemporanea" presso l’Università degli Studi di Enna "Kore".

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli