fbpx

Zona industriale di Catania. Ecco come verrà riqualificata

Tra interventi promessi per la prima volta nel 2022 e altri che verranno completati entro il 2024, l'Irsap (Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive) ha presentato i lavori su strade, rete idrica e videosorveglianza

Il piano di riqualificazione della Zona industriale di Catania è stato presentato a febbraio all’ex Palazzo Esa “riordinando” le informazioni su una progettazione attesa da oltre un decennio. Durante l’incontro sono state individuate le opere ultimate e da consegnare, le opere in corso di esecuzione e quelle in programma. La Zona industriale di Catania aspetta interventi per tutti i servizi di base: strade, illuminazione, rete idrica potabile e industriale, videosorveglianza, connessione internet stabile, opere idrauliche per non trasformare piogge in allagamenti. Sul sito industriale è chiamata ad intervenire la Regione siciliana attraverso l’Irsap, ma anche il Comune di Catania che ha messo a gara una progettualità sul verde da 2 milioni di euro.

Leggi – Catania, zona industriale sporca. Legambiente e dipendenti puliscono

L’unico intervento completato risale al 2020

Irsap ha spiegato di aver ripavimentato 7 km di strada, rifatto circa 23 km di segnaletica e pulito 11 km di canali, scarpate e fossi di guardia. Inoltre di aver riattivato 15 km di lampioni e ripristinato marciapiedi e pozzetti. Questo intervento risale al 2020 ed è stato possibile grazie ad un finanziamento complessivo da 4 milioni di euro dal Patto per il Sud. In base a quanto comunicato da Irsap e dall’allora assessorato alle Attività produttive Mimmo Turano, le opere di sistemazione e messa in sicurezza hanno riguardato aree dei blocchi Giancata, Pezza Grande, Palma 1, Palma 2, Passo Martino, Torre Allegra e Buttaceto. In quello stesso anno sono stati messi in programma anche i lavori per il rifacimento della rete idrica potabile e industriale, che oggi, quattro anni dopo, l’Irsap inserisce tra le opere funzionanti ma ancora da completare e consegnare.

Leggi – Cgil, Cisl, Uil e Ugl esclusi dal tavolo sulla Zona industriale di Catania

Rete idrica ancora incompleta dopo 4 anni

La riqualificazione della rete idrica potabile e industriale è “opera collaudata in corso d’opera e in atto funzionate” scrive Irsap. Con circa 4 milioni e 200 mila euro l’istituto è intervenuto per la riqualificazione della Zona industriale di Catania sostituendo 41 km di tubazione e predisponendo 273 allacciamenti delle imprese attive sul territorio alla rete. Sul sito si stima la presenza di 300 realtà attive, dunque qualcuna non avrebbe l’allaccio. Grazie a questo intervento “StMicroelettronics, Pfizer, Sibeg [..] Virlinzi beneficeranno di una fornitura d’acqua più stabile e affidabile. La nuova rete – continua Irsap – assicurerà una consistente riduzione delle perdite d’acqua” stimata dall’ente per il 60 per cento. La nuova rete idrica della Zona Industriale di Catania sarà pronta a fine marzo, secondo quanto comunicato. L’impianto sarà consegnato al Comune di Catania e al gestore unico Sidra Spa.

Leggi – Imprese, il ministro Urso: “Catania modello di sviluppo”

Rete di videosorveglianza da completare ad ottobre 2024

Sarà completato ad ottobre 2024 l’impianto di videosorveglianza, progetto che era in fase di ultimazione nel 2022. L’accordo per la realizzazione è stato sottoscritto il 27 gennaio 2023 grazie ad un finanziamento a valere sul PON Legalità Fesr/ Fse 2014-2020. La Regione siciliana attraverso Irsap ha appaltato lavori per 1 milione e 400 mila euro per l’installazione di telecamere collegate alla Polizia di Stato, attive 24 ore su 24. “Questo contribuirà a prevenire attività criminale, furti, vandalismi e altre situazioni pericolose nell’area industriale” spiega l’Irsap. Secondo il cronoprogramma condiviso durante l’incontro all’ex Esa di Catania, lo scorso 22 febbraio sono stati consegnati i lavori complementari di alimentazione elettrica, che restano però da ultimare ancora a fine marzo. Nei successivi 45 giorni è prevista la messa in opera di 197 telecamere, di cui 34 per la lettura delle targhe delle auto, 11 termiche, 42 dome e 110 avanzate. È stata invece consegnata la torre di trasmissione di segnale 5G, un investimento da 120 mila euro nato dalla convenzione stipulata da Consip Spa e Telecom Italia Spa. L’antenna ha portato nel 2024 alla Zona industriale di Catania una copertura internet di ultima generazione.

Leggi – Energia, Schifani alla 3Sun: “Parte della produzione da rinnovabili resti in Sicilia”

Un nuovo progetto per strade e segnaletiche

C’è una nuova iniziativa, ma non una scadenza per il completamento stradale di nuovi blocchi della Zona industriale. Per il progetto sono stati già individuati 9 milioni di euro. Saranno riqualificati circa 20 km di strade che interessano i blocchi Pantano, Pezza Grande e Torre Allegra. “Prevediamo di effettuare nuovi lavori di rifacimento del manto stradale, con stesura di un nuovo tappetino di usura e risagomatura delle parti più ammalorate” ha comunicato Irsap “di posa in opera della segnaletica verticale e orizzontale“. Anche Irsap penserà alla potatura delle siepi e alla pulizia della banchine e delle scarpate stradali, mentre il Comune di Catania ha ottenuto un finanziamento attraverso il vecchio sistema delle Zes. Grazie infine al finanziamento ottenuto dal Commissario di governo a contrasto del dissesto idrogeologico sono disponibili 116 milioni di euro per migliorare le condizioni del Canale Buttaceto, del Torrente Forcile e il collettore fluviale B ed evitare che la pioggia provochi ancora allagamenti nella Zona industriale di Catania. Un sito da cui nasce il 15 per cento del pil siciliano e su cui il governo Meloni ha scommesso con il finanziamento a 3Sun, la più grande aziende di produzione di pannelli fotovoltaici di ultima generazione gestita da Enel Green Power.

- Pubblicità -
Chiara Borzì
Chiara Borzì
Sono una giornalista specializzata nei temi di economia, impresa, ambiente, cultura e sport. Attualmente dottoranda di ricerca e cultrice della materia di "Storia Contemporanea" presso l’Università degli Studi di Enna "Kore".

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli