fbpx

Agricoltura, per Coldiretti “serve un piano Marshall”. E il bando agrumi non va

L'agricoltura in Sicilia "sta vivendo una crisi senza precedenti". Lo afferma Coldiretti, con particolare riferimento agli allevamenti, in crisi per la mancanza di foraggio, e agli agrumi. Per entrambi i comparti gli aiuti della Regione sarebbero o insufficienti o poco chiari

“Un piano Marshall per l’agricoltura della Sicilia che sta vivendo una crisi senza precedenti”. La richiesta è stata rivolta da Coldiretti al presidente della Regione siciliana Renato Schifani. L’emergenza è soprattutto per “il patrimonio bovino e ovi caprino che rischia di assottigliarsi ogni giorno che passa perché da mesi ormai non c’è pascolo e anche il fieno sta finendo”. Ieri la Regione ha annunciato l’approvazione dello stato di crisi per il settore, strettamente legata alla siccità e alla conseguente mancanza di foraggio, che prevede 5 milioni di euro di aiuti. Ma secondo Coldiretti “per fronteggiare le spese dell’alimentazione, compresa l’acqua, serve subito un indennizzo di almeno 16 milioni di euro“.

Il bando per l’acquisto arance senza norme attuative

Tra le necessità più urgenti da fronteggiare, Coldiretti elenca anche la peronospora della vite, sottolineando che le risorse “messe in campo sono insufficienti”. Altra tematica urgente è quella degli agrumi. Sempre a causa della siccità, le coltivazioni di agrumi siciliani, e soprattutto le arance, hanno subito gravi danni. Ma il bando della Regione che stanzia 7,5 milioni per il comparto, prevedendo invece che aiuti diretti un acquisto degli agrumi per realizzarne succhi, non ha ancora norme attuative. “Così com’è strutturato si ha la sensazione che ai piccoli agrumicoltori non arriverà un euro dei 7,5 milioni stanziati per il comparto”. Coldiretti lo definisce “un bando al buio“. In più, secondo indiscrezioni riportate dalla stessa associazione, il prezzo che pagherebbe la Regione tra 27 e 30 centesimi al chilo non si discosterebbe da quello pagato attualmente dall’industria.

Acquisto arance una “beneficenza” senza destinatari

Chi sono i destinatari della beneficienza? Non vorremmo che si ripercorressero strade già calcate allungando a dismisura i tempi di stoccaggio”, chiede provocatoriamente Coldiretti alla Regione. “Non si sa se verrà fatto un monitoraggio del prodotto e cioè quali sono gli agrumicoltori che hanno ceduto gli agrumi e quanti effettivamente saranno ritirati dal mercato. Ma soprattutto bisogna capire se si ritirano solo arance rosse, com’è scritto nel bando, o agrumi in generale compresi i limoni. Una confusione creata probabilmente da refusi nel bando. Questo – conclude Coldiretti Sicilia – è il frutto di una mancata vera concertazione con chi opera sul territorio“.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

25,010FansMi piace
712FollowerSegui
392FollowerSegui
679IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli