fbpx

Agrisociale San Cono: immigrati da sfruttati a protagonisti d’impresa

Orientamento e laboratori per 20 cittadini di Paesi terzi che potranno avviare progetti di agricoltura sociale innovativa, con redazione in gruppo di business plan e attività di osservazione nelle aziende locali

Si chiama “Agrisociale San Cono” e punta a individuare 20 cittadini di Paesi terzi, da sottrarre a circuiti di sfruttamento in agricoltura attraverso la loro inclusione nelle attività previste da specifici percorsi di orientamento e formazione laboratoriale. Inoltre, saranno realizzati progetti pilota di agricoltura sociale innovativa finalizzati allo sviluppo di percorsi di auto-imprenditorialità, cui connettere interventi concreti a supporto dell’autonomia abitativa (mediante esperienze di co-housing o contributo abitativo) e di inclusione socio-lavorativa”. Questi gli obiettivi dell’azione sinergica a cui collaborano il consorzio Umana solidarietà Scs (capofila), l’ente di formazione ed agenzia per il lavoro Efal provinciale Trapani, l’Associazione Nemesi-Ages, l’ente di formazione Centro studi Cesta, la Cooperativa di agricoltura sociale Terra e Sole Scs e il Comune di San Cono.

Il progetto è iniziato due mesi fa

Le attività previste sono sostenute nell’ambito delle azioni di rafforzamento del progetto “Piu-Supreme – Percorsi individualizzati di uscita dallo sfruttamento a supporto ed integrazione” finanziato dal Pon Inclusione Fse 2014-2020 – Asse III, Direzione generale dell’immigrazione e delle politiche di Integrazione, nella sua qualità di organismo intermedio del Pon Inclusione Fse 2014-2020. Il progetto, ammesso a contributo con decreto dell’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro – Ufficio speciale immigrazione, è iniziato nel mese aprile 2022 con la selezione di 20 partecipanti, che attualmente stanno svolgendo il primo percorso di orientamento e formazione all’autoimprenditorialità, al termine del quale saranno selezionati gli otto destinatari che potranno beneficiare delle successive azioni di progetto. Oltre alle attività teoriche in aula e pratiche (con redazione in gruppo di business plan) si avvierà quindi l’attività di orientamento, realizzata mediante la osservazione attiva e consapevole, guidata da esperti orientatori, ed effettuata su imprese agricole locali. L’osservazione è incentrata in particolare sul tema delle scelte colturali e delle strategie di vendita.

Un premio per le migliori idee d’impresa

Alla fine delle attività di formazione specifica i destinatari, in forma singola o associandosi tra loro, dovranno presentare le proprie idee progettuali. Le migliori idee saranno premiate mediante erogazione di un contributo per l’avvio dell’impresa e sostenute mediante l’acquisto o noleggio di attrezzature e beni necessari per l’avvio delle attività. Agli stessi destinatari sarà garantito un contributo abitativo ed un servizio di trasporto verso il fondo agricolo sito nel territorio del Comune di San Cono ove realizzare i progetti pilota di agricoltura sociale innovativa. Il progetto Agrisociale San Cono agirà sinergicamente con il sistema di accoglienza integrata Sai (ex Sprar), consolidato negli anni in questo territorio da una ricca rete relazionale composta da enti del privato sociale, attori istituzionali, mondo sindacale e del lavoro, per consolidare una rete trasversale attiva nel contrasto al caporalato ed al lavoro irregolare.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
325FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli