fbpx

Assegno unico, cosa cambia dopo il taglio del reddito di cittadinanza

L'Assegno unico universale segue le modifiche del sussudio. Se cessa il Rdc, le famiglie ricevono l'assegno in misura piena. Le precisazioni dell'Inps sul sostegno ai nuclei familiari dopo la decisione del governo nazionale di tagliare il reddito di cittadinanza

Assegno unico: l’Inps fa sapere cosa cambia dopo le modifiche al reddito di cittadinanza volute dal governo nazionale. I nuclei familiari con figli minori, disabili e anziani ultrasessantenni continueranno a percepire il Reddito di cittadinanza sino al 31 dicembre 2023. I nuclei familiari che non comprendono figli minori, ultrasessantenni o soggetti disabili, invece, al raggiungimento della settima mensilità di erogazione della prestazione, saranno gradualmente sospesi dal beneficio, salvo eventuale presa in carico in contesti di fragilità. “Le somme dell’integrazione dell’Assegno unico universale (Auu) sul Rdc relative alla mensilità di luglio, essendo tale competenza già maturata, saranno regolarmente corrisposte il 27 agosto, avvalendosi della carta Rdc”, precisa l’istituto di previdenza.

Assegno unico universale: i vari casi

Nel caso di nuclei familiari che proseguono la percezione di Rdc sino a dicembre, per Inps “l’integrazione dell’assegno è corrisposta sulla carta Rdc unitamente al Rdc” e senza
interruzione. Per le rate di gennaio e febbraio 2024, per le quali la prestazione Rdc sarà stata cessata, l’assegno sarà pagato in misura piena utilizzando sempre la carta Rdc. In generale, infatti, per le mensilità non coperte dalla misura Rdc non saranno più applicate le decurtazioni previste dalla legge per la contestuale presenza delle due misure, calcolate sulla base della scala di equivalenza. “Nell’ipotesi di nuclei familiari sospesi dalla fruizione di Rdc, gli stessi non cessano altresì dal diritto alla prestazione familiare di cui viene garantita la continuità fino al compimento dei 21 anni, se sussistono i requisiti previsti dalla legge (es. figli studenti, tirocinanti, ecc.). Per tali nuclei, per le mensilità non coperte da una nuova domanda, la fruizione di Auu è garantita in misura piena con accredito sulla carta Rdc”, sottolinea Inps e “il pagamento avverrà sulla carta per tutte le rate spettanti fino a febbraio 2024”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Social

24,800FansMi piace
691FollowerSegui
392FollowerSegui
652IscrittiIscriviti
- Pubblicità -

Ultimi Articoli