fbpx

Carini, Area industriale più sicura: in arrivo telecamere e illuminazione

Gli interventi, finanziati attraverso il Patto per il Sud, costeranno circa 1,6 milioni di euro e puntano a "riqualificare l'impianto produttivo" come richiesto dalle imprese

L’area industriale di Carini, nella provincia di Palermo, dal prossimo gennaio tornerà in sicurezza grazie al nuovo impianto di videosorveglianza e pubblica illuminazione realizzato dall’Irsap che a breve sarà operativo dopo i collaudi e l’allacciamento alla rete elettrica a cura del Comune di Carini. È la risposta della Regione Siciliana agli imprenditori dell’agglomerato industriale dinnanzi alle richieste di maggiore controllo e sicurezza sull’area presa di mira da furti di rame, danneggiamenti e formazione di mini discariche abusive di rifiuti e materiale di risulta.

Leggi anche – Carini, 175 imprese al buio e senza videosorveglianza: l’impianto è nuovo

Gli interventi previsti

La conclusione dei lavori e la prossima data di consegna dell’impianto di videosorveglianza a gestione centralizzata (costituito da 78 telecamere, di cui 46 ad installazione fissa, 19 ad installazione mobile e 13 telecamere per il controllo delle targhe) prevista per gennaio prossimo sono stati al centro del tavolo di confronto fra Regione siciliana, Comune di Carini, Irsap, Istituto regionale per lo sviluppo delle Attività produttive e Sicindustria.

Leggi anche – Catania: 213 telecamere per il controllo del territorio. Ecco dove

Fondi dal patto per il Sud

“Sono molto soddisfatto del tavolo di oggi, in cui abbiamo avuto modo di concordare con il Comune di Carini la consegna da parte dell’Irsap dell’impianto di illuminazione e videosorveglianza dell’area industriale di Carini”, spiega il rappresentante del governo Musumeci, Mimmo Turano, “si tratta un intervento di 1,6 milioni realizzato grazie ai fondi del “Patto per il Sud”, che rientra anche in una precisa strategia del governo Musumeci di riqualificazione degli agglomerati produttivi portata avanti grazie anche alle indicazioni delle imprese”.

Leggi anche – Rifiuti per strada, a Catania scattano le prime multe grazie alle telecamere

Istituzioni e imprenditori

All’incontro tenutosi a Palermo nella sede di Sicindustria hanno partecipato l’assessore regionale alle Attività produttive Mimmo Turano, il sindaco di Carini, Giuseppe Monteleone, il commissario ad acta dell’Irsap, Giovanni Perino e il direttore generale Gaetano Collura, e per l’associazione degli industriali il presidente di Sicindustria, Gregory Bongiorno, e quello della delegazione di Palermo, Giuseppe Russello.

Leggi anche – Artigiani etnei, si riparte dalla scienza: “Intelligenza artificiale per la sicurezza”

Oltre 200 aziende

L’occasione è stata utile anche per fare il punto sui futuri interventi di riqualificazione che il dipartimento regionale Attività produttive finanzierà sull’agglomerato industriale di Carini e che interessano la viabilità interna su progetto esecutivo dell’Irsap. Nell’agglomerato di Carini ad oggi sono insediate 210 aziende, con destinazione urbanistica per attività produttive a carattere industriale, logistico, artigianale e commerciale.

- Pubblicità -
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

18,249FansMi piace
313FollowerSegui
273FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli