fbpx

Caro carburante, anche a Catania benzinai “spenti” la sera del 14 marzo

Alla protesta degli operatori del settore aderirà anche la sede etnea di Figisc Confconmercio, l'associazione che riunisce i gestori degli impianti di carburante. Le richieste alla politica

“Dobbiamo tutti prendere atto della straordinarietà della situazione e non affrontarla con i metodi tradizionali: la forte speculazione – a quantità di petrolio e gas pressoché invariate, spesso governate da contratti a lungo termine con prezzi fissati in altro periodo – e l’isteria che caratterizza questa fase del mercato hanno fatti schizzare i prezzi così in alto”. Lo dice in una nota Figisc Confcommercio Catania, la federazione che tutela i gestori degli impianti di carburante, annunciando l’adesione a una iniziativa di protesta per lunedì 14 febbraio. Quel giorno i titolari toglieranno l’illuminazione negli impianti in modalità self service durante le ore notturne.

I prezzi del carburante

“Dobbiamo tornare indietro di dieci anni per trovare, nel 2012, un prezzo della benzina a circa euro 1,90 e quello del gasolio a circa euro 1,78”, si legge nel comunicato. “E non c’era alcuna situazione di conflitto o sanzioni a gravare sul mercato. Da sempre Accisa ed Iva compongono la parte maggioritaria del prezzo, sfiorando il 60 per cento di quello pagato dal consumatore e non si può far finta di ignorarlo. Ma, se questa situazione è insostenibile per i consumatori – usciti da due anni di pandemia – è ancor meno sostenibile per i Gestori che – indipendentemente dall’andamento del prezzo – continuano a percepire 3,5 centesimi lordi su ogni litro di prodotto immesso nel serbatoio degli automobilisti, continuano ad assolvere un pubblico servizio essenziale pur in presenza di vendite in progressivo declino ed a sopportare i relativi costi connessi. Tutti elementi che stanno caratterizzando questa fase e che prefigurano un inesorabile fallimento delle gestioni medesime”.

Le richieste dei gestori

“Di fronte a questa situazione”, prosegue l’associazione, “che sconta l’assoluta incapacità dei governi che si sono succeduti nel tempo ad affrontare in termini di ‘sistema’ la questione energia, confinando il tema alla residualità o utilizzandolo solo a fini ‘propagandistici’ per riaffermare la transizione ecologica, ci vuole una presa di coscienza collettiva che riporti il tema della sicurezza energetica al primo posto nell’azione politica per evitare di ricadere, sempre e comunque, nell’incertezza. Per le famiglie, per l’industria e per il terziario. I Gestori, in attesa che si sciolgano i nodi dell’ammodernamento e del rilancio di un comparto che appare, oggi più che mai, essenziale al Paese ed alla sua economia, chiedono che il Governo intervenga immediatamente dando applicazione a quanto previsto dalla legge 244/07, in tema di Accisa Mobilie (o anticiclica) che consente, da una parte, di sterilizzare gli aumenti dell’Iva (già oggi maggiori di sette centesimi al litro rispetto solo a due mesi fa) e, dall’altra, di creare un minimo di stabilità per famiglie ed operatori economici”.

La protesta del 14 marzo

“In attesa che arrivino dal Governo i segnali richiesti le Organizzazioni di Categoria”, conclude Figisc Confcommercio Catania, “nel tentativo di arginare l’aumento vertiginoso dei costi a margini invariati, hanno indetto per lunedì 14 marzo un momento di protesta invitando a spegnere l’illuminazione degli impianti in modalità self service durante le ore notturne”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Business, Lavoro, Ambiente, Legalità e Sicurezza. FocuSicilia ha l'obiettivo di raccontare i numeri dell'isola più grande del Mediterraneo. Valorizzare il meglio e denunciare il peggio, la Sicilia dei successi e degli insuccessi. Un quotidiano che crede nello sviluppo sostenibile di una terra dalle grandi potenzialità, senza nasconderne i problemi.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
329FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli