fbpx

Case in affitto: la ripartenza c’è stata ma molti preferiscono affittare ai turisti

Superata la crisi del Covid: nel secondo semestre 2021 si nota il rientro progressivo degli studenti e dei lavoratori fuori sede e la ripresa dei flussi turistici. Minore offerta di immobili sul mercato e quindi rialzo dei valori. I dati di Tecnocasa su Palermo, Catania, Messina e Trapani

Prezzi delle locazioni in ripresa, con il rientro progressivo degli studenti e dei lavoratori fuori sede e la ripresa dei flussi turistici che hanno determinato il ritorno a una minore offerta di immobili sul mercato e quindi il rialzo dei valori: +3,4 per cento per i monolocali, +3,5 per cento per i bilocali e +2,8 per cento per i trilocali, in ambito nazionale. Fenomeno analogo, anche se con diverse proporzioni, in Sicilia: nella seconda parte del 2021 i canoni di locazione a Palermo hanno registrato un aumento del 3,7 per cento per i monolocali, del 2,7 per cento per i bilocali e dello 0,5 per cento per i trilocali. Questo il quadro tracciato dall’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa sul comparto degli affitti in città. “Particolarmente dinamico il mercato delle locazioni del centro città – sottolinea Tecnocasa in riferimento a Palermo – dove si muove prevalentemente un target che cerca perché non riesce ad accedere al credito. In più tanti immobili sono destinati ad affitti turistici e questo ne riduce l’offerta. I canoni medi di locazione sono di 290 euro al mese per i monolocali, 390 euro al mese per i bilocali, 480 euro al mese per i trilocali”. 

Leggi anche – Case vacanza: in Sicilia i prezzi aumentano meno che in Italia

Come la pandemia ha condizionato il mercato

“Il mercato delle locazioni dal 2011 ad oggi ha messo in luce trend importanti in seguito al verificarsi della stretta creditizia, iniziata nel 2008 – spiegano da Tecnocasa – e al delinearsi di nuove tendenze sociali (come gli affitti brevi). Dopo un periodo di ribasso dei valori dal 2016 i canoni iniziano a risalire in seguito ad una domanda più selettiva che premia gli immobili di qualità e alla contrazione dell’offerta con l’avvento sul mercato degli affitti turistici che sottraggono immobili alla locazione residenziale”. Questa crescita dei canoni, però, si comincia ad arrestare nel 2020, con l’arrivo della pandemia. Una frenata dovuta allo smart working e alla didattica a distanza, che hanno ridotto la domanda di immobili in affitto da parte di lavoratori fuori sede e studenti e, allo stesso tempo, alla forte contrazione dei flussi turistici che ha determinato una maggiore offerta. I proprietari si sono ingegnati convertendo la formula commerciale. “Il contratto a canone concordato continua a riscuotere successo ma si segnala un maggiore ricorso al transitorio: chi aveva immobili a destinazione turistica li immette sul segmento residenziale con contratti brevi in attesa della risoluzione della pandemia”, evidenzia infatti Tecnocasa. Nel 2021 la ripresa è evidente: si avverte un progressivo ritorno alla normalità.

Leggi anche – Riforma del catasto, l’esperto: “Rendite riviste e caccia agli immobili invisibili”

La situazione nelle grandi città

Tra le grandi città Milano mette a segno uno dei recuperi più significativi (+5,6 per cento per i monolocali, +4,9 per cento per i bilocali, +4,2 per cento per i trilocali). Canoni ancora in aumento per i capoluoghi di provincia (+2,9 per cento per i monolocali, +2,2 per cento per i bilocali e +2,6 per cento per i trilocali), realtà in cui non si è avuta la flessione nel 2020 dal momento che i fenomeni di cui sopra sono stati meno presenti. I tempi di locazione sono di 46 giorni nelle grandi città e 43 giorni nei capoluoghi di provincia. Le metropoli dove si affitta più velocemente sono Bari e Firenze. L’analisi socio-demografica delle locazioni evidenzia che, nella seconda parte del 2021, è aumentata la percentuale di chi cerca per motivi di studio (al 13,1 per cento dal 5,7 per cento della seconda parte del 2020), la tipologia più affittata è il bilocale con il 38,6 per cento ma è in aumento la percentuale di monolocali passati da 8,4 per cento a 9,5 per cento. Si conferma la maggiore facilità di affitto per le soluzioni di “qualità”, ben arredate, posizionate in zone servite e luminose. Sempre elevata l’attenzione ai costi condominiali anche alla luce dell’inflazione crescente. 

Leggi anche – Aste immobiliari, la Sicilia e Catania da primato negativo. Lo studio Sogeea

I canoni di locazione nelle città siciliane

Quanto costa affittare una casa nelle altre città siciliane? A Palermo un monolocale da affittare a universitari in zona Calatafimi alta si trova con 250 euro al mese, mentre occorrono 600 euro per un trilocale in zona Teatro Massimo. A Catania, i prezzi oscillano dai 250 euro mensili per un monolocale a San Giovanni Galermo ai 600 euro per prendere in locazione un trilocale in zona cittadella universitaria. Non si va oltre i 450 euro mensili per la migliore soluzione in uno dei principali Comuni della provincia etnea, come Acireale o Misterbianco, stando ai dati Tecnocasa. Meno casa Messina: non si va olte i 500 euro per un trilocale in centro, mentre per trovare la quotazione più alta bisogna andare nella rinomata Taormina, dove si toccano i 600 euro mensili. Ancora meno cara Trapani: il più costoso trilocale in centro, zona Archi-Fardella, costa 440 euro al mese, mentre in zona periferica Sud bastano 200 euro per un monolocale.

PALERMO CITTÀMonolocaliBilocaliTrilocali
CENTRO – TEATRO MASSIMO400500600
CENTRO STORICO340450525
DANTE200400500
LIBERTÀ – POLITEAMA – R. SETTIMO – PORTO300450600
MARCONI300450550
OLIVUZZA320420550
TERRASANTA – SERRADIFALCO350450500
VILLABIANCA – LIBERTÀ – GIARDINO INGLESE350450550
ZONA DANTE200300500
ZONA MARCONI300450550
PALERMO Università-Brancaccio
BONAGIANd325425
BRANCACCIO250350450
CALATAFIMI – ALTA250450520
CATANIA CITTÀ
BARRIERA350450500
BORGO250350450
CITTADELLA UNIVERSITARIA450500600
CORSO ITALIANdNd500
LEOPARDINd420490
LUNGOMARE – OGNINANd450530
PICANELLONd350400
PLEBISCITO – DUOMO – TEATRO MASSIMO – STESICORO350400450
SAN GIOVANNI GALERMO250350450
SAN NULLO350450520
TRENTO350420550
VULCANIA350450550
MESSINA CITTÀ
CENTRO350400500
GANZIRRI300400450
LITORANEA300400480
PACE350450500
TORRE FARO300400450
TRIBUNALE – UNIVERSITÀ350400500
ZONA COLLINARE250350400
TRAPANI CITTÀ
ARCHI – FARDELLA200270440
CENTRO STORICO250300420
FONTANELLENdNd330
PERIFERIA SUD200250300
SANTUARIO DELLA MADONNA250300400
Locazioni immobiliari II sem. 2021 a Palermo, Catania, Messina e Trapani (Fonte: Tecnocasa)

- Pubblicità -
Agostino Laudani
Agostino Laudani
Giornalista professionista, nato a Milano ma siciliano da sempre, ho una laurea in Scienze della comunicazione e sono specializzato in infografica. Sono stato redattore in un quotidiano economico regionale e ho curato la comunicazione di aziende, enti pubblici e gruppi parlamentari. Scegliere con accuratezza, prima di scrivere, dovrebbe essere la sfida di ogni buon giornalista.

DELLO STESSO AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Iscriviti alla newsletter

Social

20,110FansMi piace
462FollowerSegui
329FollowerSegui
- Pubblicità -

Ultimi Articoli